Form di ricerca

Tirocini per studenti

CONTATTI
Ufficio orientamento e tirocini
Via Amendola 126/b, Bari 
E-mail: tirocinistudenti@poliba.it
Mirta Antonietta Camporeale

(Ricevimento telefonico  cell. 329/8576885 dal Lunedì al Venerdì  h. 9-12)
Nicola Linsalata

AVVISI ANNUNCI DI TIROCINIO CURRICULARE PER STUDENTI


COS'È UN TIROCINIO CURRICULARE PER STUDENTI
Il tirocinio curriculare è un'esperienza formativa che uno studente svolge presso una struttura convenzionata con il Politecnico di Bari (ente o azienda) per conoscere direttamente il mondo del lavoro. Il tirocinio  può essere obbligatorio o facoltativo, secondo quanto determinato dal singolo corso di studio, e deve essere svolto nell'anno di corso previsto nel piano didattico. Al tirocinio previsto nei piano di studi  è riconosciuto un numero di crediti formativi universitari (CFU).
Il tirocinio ha lo scopo "di realizzare momenti di alternanza fra studio e lavoro nell'ambito dei processi formativi e di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro" (art. 1 D.M. 142/98). Dal punto di vista dello studente può avere più finalità: quella orientativa, che mira prevalentemente a far conoscere la realtà del mondo del lavoro tramite contatto diretto; quella formativa, che permette di approfondire, verificare ed ampliare l'apprendimento ricevuto dal corso di laurea. Per l'Università è un'occasione per verificare la congruenza tra i percorsi formativi dei corsi di laurea e gli sbocchi potenziali cui gli studenti aspirano.
Dal punto di vista dell'azienda, il tirocinio costituisce una vantaggiosa opportunità di scambio con giovani portatori di conoscenze scientifiche aggiornate e costituisce altresì un'opportunità di formare "giovani talenti" da inserire eventualmente in forma stabile nel proprio organico.
Il tirocinio non rappresenta un rapporto di lavoro. Deve essere il risultato dell'incontro fra l'interesse manifestato dallo studente per la disciplina nell'ambito della quale intende svolgere il tirocinio, la disponibilità del Docente Tutor ad individuare e progettare l'attività formativa da svolgere, la possibilità di svolgere tale attività in una azienda. Il rapporto tra Politecnico di Bari ed "azienda" si formalizza attraverso una convenzione alla quale dovrà essere allegato un Progetto Formativo.

Attivare un tirocinio curriculare
Per attivare un tirocinio  curriculare è necessario che la struttura che ospita lo studente abbia una convenzione attiva con il Politecnico di Bari. 
E' necessario anzitutto consultare lELENCO delle CONVENZIONI attive; qualora nell'elenco fosse già presente un soggetto ospitante di interesse dello studente, si può passare alla verifica di disponibilità della struttura e successivamente alla compilazione del Progetto Formativo.
Qualora, invece, nell’elenco non fosse presente un soggetto ospitante di interesse dello studente:

  • è necessario far pervenire all’Ufficio Orientamento e Tirocini, a mezzo e-mail (tirocinistudenti@poliba.it), la lettera di trasmissione corredata dalla CONVENZIONE di tirocinio (il Decreto legge 22 marzo 2021 n.41  convertito dalla legge 21 maggio 2021 n.69 (in SO nr.21 relativo alla GU 21.05.2021 n.120) ha previsto, limitatamente all’anno 2021, l’esenzione da imposta di bollo per le convenzioni relative allo svolgimento di tirocini di formazione e orientamento di cui all’articolo 18 della legge 24 giugno 1997 n.196), sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto ospitante. Possibilmente, il file della convenzione dovrà riportare la denominazione dell'Ente/Azienda ospitante;
  • la convenzione dovrà essere necessariamente accompagnata da una LETTERA DI TRASMISSIONE;
  • la Convenzione viene sottoscritta dal Rettore del Politecnico di Bari entro 7 gg. dalla data di ricezione da parte dell’Ufficio preposto e, a sottoscrizione avvenuta, la Convenzione è attiva;
  • a sottoscrizione avvenuta, si può quindi procedere con la compilazione del Progetto Formativo.

Il PROGETTO FORMATIVO va compilato in ogni sua parte e fatto pervenire presso l’Ufficio Orientamento e Tirocini, a mezzo e-mail, almeno 7 gg. prima dell’avvio del tirocinio. Il tirocinio potrà avere inizio solo in seguito alla comunicazione formale ai soggetti interessati. 
(Gli studenti iscritti a corsi di studio del DICATECh dovranno presentare il progetto formativo alla Segreteria Didattica del Dipartimento con le modalità indicate nella pagina web dedicata del Dipartimento di afferenza).
La copertura assicurativa dello studente tirocinante è garantita dall’INAIL per eventuali infortuni sul lavoro (art. 4 DPR n. 1124/1965 – Gestione per conto dello Stato - DM 10.10.85) e dalla UNIPOL SAI Assicurazioni spa per la Responsabilità civile.

 ATTENZIONE

Fino al perdurare dell’emergenza COVID-19, il progetto formativo dovrà essere accompagnato da una specifica DICHIARAZIONE DEL SOGGETTO OSPITANTE in merito all’adozione di adeguati protocolli di sicurezza anticontagio.

Durata, interruzione e proroga del tirocinio
I tirocini hanno durata massima:

  • non superiore a dodici mesi per gli studenti universitari (art. 7 del D.M.142/1998);
  • non superiore a ventiquattro mesi nel caso di soggetti portatori di handicap (art. 7 del D.M.142/1998).

E' prevista una durata minima di ogni tirocinio finalizzato al conseguimento di crediti formativi (CFU) (tale durata viene fissata dai Regolamenti di ciascun Corso di Laurea).
L'eventuale interruzione è ammessa solo per gravi motivi; viene formulata dal soggetto ospitante e deve essere motivata.
E'possibile chiedere la proroga del tirocinio. La richiesta (motivata) va fatta pervenire, a mezzo e-mail, almeno 10 giorni prima della data di fine tirocinio originariamente prevista nel progetto formativo stesso. Il Referente dell'Ufficio si incaricherà di valutare la congruenza della richiesta con le normative e i regolamenti vigenti e procederà con la formalizzazione della proroga.

Conclusione e verbalizzazione del tirocinio
Al termine del tirocinio lo studente è tenuto a consegnare al proprio Tutor Didattico una relazione sull'attività svolta corredato anche da registro delle presenze, vistati dal Tutor del soggetto ospitante; quest’ultimo provvederà anche all’attestazione di regolare svolgimento del tirocinio.
Sarà quindi possibile procede alla verbalizzazione del tirocinio secondo le modalità concordate con il Tutor Didattico ovvero con la Segreteria Didattica del Dipartimento di riferimento.
Per i laureandi è necessario che la chiusura del tirocinio avvenga almeno 10 gg. prima della seduta di laurea al fine di consentire la registrazione del tirocinio.

Normativa di riferimento
Circolare 24 del 12 settembre 2011- Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Decreto Legge 13 agosto 2011, n. 138
Legge 24 giugno 1997, n. 196 ''Norme in materia di promozione dell'occupazione'' 
Detta "Legge Treu" o "Pacchetto Treu", prevede tipologie e regole per facilitare l'incontro tra domanda e offerta di lavoro.
I tirocini formativi e di orientamento sono disciplinati dall'art. 18 dove dal punto a) al punto i) vengono disposti i principi e i caratteri generali.

Decreto Interministeriale 25 marzo 1998, n. 142 ''Regolamento recante norme di attuazione dei principi e dei criteri di cui all'art. 18 Legge 196/97 sui tirocini formativi e di orientamento'' 
Il Decreto n. 142/98 definisce le modalità di attuazione dell'art. 18 della Legge 196/97, introducendo importanti innovazioni in materia di stage e tirocini formativi. In particolare ne stabilisce le finalità, le modalità di attivazione, le garanzie assicurative e la durata.