Corsi di Laurea

Torna Indietro


Materia: MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE II
Classe/Partizione:
ID Attività Didattica: 906069
Docente: CARBONE GIUSEPPE
Esami: Visualizza Elenco degli Appelli
PeriodoS1 (1° SEMESTRE)
Inizio lezionisabato 01 ottobre 2016
Fine lezionigiovedì 02 febbraio 2017
SegmentoDocenteSSDTipoCFUOreTAFFrequenza
MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE II CARBONE GIUSEPPE ING-IND/13 LEZ 6 48 Caratterizzante Libera
Legenda
SEGMENTO:
Tutte le unità didattiche sono composte da almeno un segmento
TIPO:
LEZ - lezione, ESE - esercitazione, LAB - laboratorio

Orario di Ricevimento

Dato non disponibile

Obiettivi Formativi:

Lo studente del corso approfondirà conoscenze specifiche sugli argomenti relativi alla definizione e analisi, dal punto di vista cinematico e dinamico, di singoli componenti e dispositivi meccanici e di organi di macchine. Contestualmente le lezioni saranno finalizzate all'apprendimento della scelta e progettazione di componenti meccanici per il loro utilizzo all'interno di sistemi meccanici complessi. Tramite esercitazioni numeriche, lo studente acquisirà familiarità con i parametri caratteristici più comuni delle macchine, apprezzandone, in particolare, gli ordini di grandezza. Conoscenze pregresse necessarie sono quelle relative agli insegnamenti del primo anno con particolare attenzione agli insegnamenti propedeutici di Meccanica razionale e Disegno tecnico industriale.

Contenuti del Corso:

1. MECCANICA DEI CORPI RIGIDI IN 3D: Richiami di geometria delle masse nello spazio; ellissoide d’inerzia e sue proprietà; moto di un rigido nello spazio, stabilità del moto, equilibratura statica e dinamica.
2. TRANSITORI NEI SISTEMI MECCANICI: Accoppiamento motore carico: diretto, con riduttore di velocità, con innesto a frizione. Sistemi a regime periodico; Grado di irregolarità; dimensionamento di un volano.
3. LUBRIFICAZIONE: Viscosità nei fluidi; Equazione di Reynolds in una e due dimensioni. Applicazioni ad alcuni casi elementari; Cuscinetti reggispinta lubrificati; Cuscinetto portante completo e parziale. Cuscinetti idrostatici. Cenni di lubrificazione elasto-idrodinamica.
4. MATERIALI VISCOELASTICI: Equazioni costitutive dei materiali viscoelastici. Principio di causalità, funzione di rilassamento, funzione di creep. Determinazione sperimentali della risposta di un materiali viscoelastico lineare. Modulo viscoelastico complesso. Modello di materiale viscoelastici. Esempi di risposta transitoria di un materiale viscoelastico.

Testi di Riferimento:

Jacazio G., Piombo B. "Meccanica applicata alle Macchine", Vol. 1, 2 e 4 Ed. Levrotto & Bella, Torino.
Callegari, Fanghella, Pellicano, “Meccanica Applicata alle Macchine”, CittàStudi, 2013
R. M. Christensen “Theory of Viscoelasticity”, Dover Civil and Mechanical Engineering.

Requisiti:

Disegno, Meccanica Razionale e Meccanica Applicata alle Macchine I