Dipartimenti e Sedi

Scannerizza il codice QR per recuperare i contatti del personale.

Umberto Galietti

Qualifica:
Professori Associati
SSD:
ING-IND/14
Telefono:
+390805962786
Fax:
Email:
Indirizzo e-mail
Struttura di appartenenza:

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2016/2017

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
DIAGNOSTICA STRUTTURALEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)COSTRUTTIVO
PROGETTAZIONE MECCANICA II E COSTRUZIONE DI MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)AERONAUTICO
PROGETTAZIONE MECCANICA II E COSTRUZIONE DI MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)COSTRUTTIVO
PROGETTAZIONE MECCANICA II E COSTRUZIONE DI MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)TECNOLOGICO
PROGETTAZIONE MECCANICA II E COSTRUZIONE DI MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)ENERGIA

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2015/2016

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
PROGETTAZIONE MECCANICA II E COSTRUZIONE DI MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)AERONAUTICO
PROGETTAZIONE MECCANICA II E COSTRUZIONE DI MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)TECNOLOGICO
PROGETTAZIONE MECCANICA II E COSTRUZIONE DI MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)ENERGIA
PROGETTAZIONE MECCANICA II E COSTRUZIONE DI MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)COSTRUTTIVO
DIAGNOSTICA STRUTTURALEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)COSTRUTTIVO

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2014/2015

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
PROGETTAZIONE MECCANICA II E COSTRUZIONE DI MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)AERONAUTICO
PROGETTAZIONE MECCANICA II E COSTRUZIONE DI MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)COSTRUTTIVO
PROGETTAZIONE MECCANICA II E COSTRUZIONE DI MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)ENERGIA
PROGETTAZIONE MECCANICA II E COSTRUZIONE DI MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)TECNOLOGICO
DIAGNOSTICA STRUTTURALEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)AERONAUTICO

Orario di Ricevimento

Dato non disponibile
1 INFORMAZIONI GENERALI
Nome: Umberto Galietti
Data e luogo di nascita: 20/06/1967, Bari
Residenza: Bari, Via Principe Amedeo 118 - 70122
Telefono: 080 2378001;
Cellulare: 329 6206286
Posizione militare: Militesente
Stato civile: Coniugato con due figlie

1.1 Posizione attualmente ricoperta e carriera accademica

Professore Associato confermato in Progettazione Meccanica e Costruzione di Macchine SSD ING-IND/14 in servizio presso la 1a Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari dal 1 Novembre 2002

Ricercatore confermato in Progettazione Meccanica e Costruzione di Macchine SSD ING-IND/14 in servizio presso la 1a Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari dal 1 Aprile 1999 al 31 ottobre 2002

Presidente dello spinoff Diagnostic Engineering Solutions srl dal novembre 2010

1.2 Formazione
1981 - 1986 LICEO SCIENTIFICO STATALE “G. SALVEMINI” di Bari. Maturità scientifica. Voto 55/60

1986 - 1993 POLITECNICO DI BARI. Laurea in Ingegneria Meccanica. Voto di Laurea: 110/110 con LODE.
Tesi di Laurea in Calcolo e Progetto di Macchine dal titolo: “Analisi delle sollecitazioni di struttura cilindrica sottile con tecnica termoelastica”.
Relatori: Prof. Carmine Pappalettere - Politecnico di Bari;
Prof. Peter Stanley - University of Manchester (GB).

1993 – 1997 UNIVERSITÀ DI FIRENZE. Dottorato di Ricerca in Progetto e Costruzione di Macchine.
Titolo della tesi: “Tecnica Termoelastica di analisi delle sollecitazioni: applicazioni e miglioramenti”.
Tutori: Prof. P. Citti – Università di Firenze;
Prof. C. Pappalettere – Politecnico di Bari

1998 - 1999 POLITECNICO DI BARI. Post - Dottorato di Ricerca in Progetto e Costruzione di Macchine.
Titolo delle attività: Fatica Oligociclica multiassiale.
Referente Scientifico: Prof. C. Pappalettere

1994 Certificato di Proficiency in English “grade b” rilasciato dall’University of Cambridge.

1.3 Abilitazioni e certificazioni
1994 - Abilitazione all’esercizio della professione di Ingegnere

2013-2015 Corsi e certificazione da Ente Accreditato DEKRA per operatore III livello Controlli Non Distruttivi ISO9712 nelle tecniche:
VT (Visual Testing), certificato n° CB-CND-A00220-13 del 27/11/2013
UT (Ultrasonic Testing), certificato DTC –CND-A 00206 del 30/3/2016
MT (Magnetic Particle Testing), certificato n° CB-CND-A00220-13 del 30/12/2013
PT (Liquid Penetrant Testing), certificato n° CB-CND-A00220-13 del 30/12/2013
ST (Strain Gauge Testing), certificato n° CB-CND-A00220-13 del 30/12/2013
IT (InfraRed Testing). certificato n° CB-CND-A00220-13 del 27/11/2013

1.4 Attività di perfezionamento in ambito industriale o all’estero
Attività di tesi di Laurea presso la University of Manchester – UK. Durata 4 mesi, 1992.
Attività di ricerca su “Thermoelastic Stress Analysis” presso l’University of Manchester - UK. Durata 7 mesi, 1994.
Attività di ricerca su “Sviluppo del metodo termoelastico per rilievi di sollecitazione” presso il Centro Ricerche FIAT SCpA (Orbassano – TO). Durata 12 mesi, 1995.
Attività di ricerca su “Application of Thermoelastic Stress Analysis to Aeronautical Components in Composite Materials” presso l’University of Sheffield - UK: Durata otto mesi, 1998-1999. Tale attività è proseguita negli anni 1999 – 2000 con brevi permanenze.

1.5 Premi
1) 1998 - Ha conseguito il Premio AEA Award: in occasione dell’ 11th Int. Conf. On Exp. Mechanics, 24 – 28 Agosto 1998. Motivazione: Outstanding work in experimental mechanics.
2) 2014 - Premio Innovazione Alenia Aermacchi 2014. Motivazione: Sviluppo di un sistema termografico innovativo per i controlli non distruttivi di materiale composito efficace ed innovativo
3) 2014 - Premio Innovazione Finmeccanica 2014. Motivazione: Sviluppo di un sistema termografico innovativo per i controlli non distruttivi di materiale composito efficace ed innovativo. Nello stesso anno e per lo stesso prototipo nel 2014 FINMECCANICA vince il Premio dei Premi dell’innovazione della fondazione COTEC.
4) 2015 - Premio AIAS 2015 (Associazione Italiana per l'Analisi delle Sollecitazioni) per il miglior lavoro dal titolo: "Studio del comportamento a fatica di acciai inossidabili con metodi termici"
5) 2017 – SPIE Thermosense Best Paper Awards per il miglior lavoro presentato da dottorandi dal titolo: "Energetic approach based on IRT to assess plastic behaviour in CT specimens" con autori Rosa De Finis, Davide Palumbo, Francesco Ancona e Umberto Galietti. Anhaim California 9-13 aprile 2017


1.6 Affiliazioni
Membro dell’Associazione Italiana Analisi delle Sollecitazioni dal 1995
Membro della Society of Automotive Engineering dal luglio 2008
Membro dell’Associazione Italiana Tribologia AIT dal 2008
Membro dell’EURASEM dal 2008
Membro dell’Associazione Italiana Prove Non Distruttive AIPND dal 2012
Iscritto all’Ordine degli Ingegneri della provincia di Bari dal 1994 con numero 4933



2 ATTIVITÀ ISTITUZIONALI PER IL POLITECNICO DI BARI

a) Componente del Senato Accademico nel triennio 2012-2015
Nominato dal Senato nelle seguenti commissioni:
i) Valutazione delle domande per assegni di ricerca finanziati o cofinanziati dall'Ateneo
ii) Valutazione delle domande per il F.R.A.
iii) Valutazione delle domande per la fruizione degli spazi presso il College Italia a New York nell'ambito del Consorzio H2CU.
b) Delegato alle Relazioni Internazionali – Area Didattica dal luglio 2004 al 2008.
• Ha partecipato in qualità di rappresentante del Politecnico di Bari al Progetto “Marco Polo” promosso dalla CRUI per l’incremento del contingente di studenti cinesi in Italia a seguito del quale il Politecnico di Bari è stato incluso nell’”Italian-Chinese Joint Campus” per l’erogazione congiunta con Università cinesi di un corso di studio in Ingegneria.
• Ha partecipato in qualità di rappresentante del Politecnico di Bari alla missione Istituzionale in Sud Australia con capofila Regione Puglia per l’apertura di accordi bilaterali di collaborazione con il Governo e le Università dello Stato del Sud Australia che sono stati siglati nel 2008. Gli accordi prevedono attività di ricerca congiunte e scambi di docenti e studenti finanziati in quota parte dai due governi. Il sottoscritto espleta tutta la attività di sviluppo, gestione e attuazione di questi accordi sia internamente, con il coordinamento dei docenti interessati, sia verso l’esterno ed in particolare la Regione Puglia, il Governo del Sud Australia e le Università di Adelaide.
• È stato componente della Commissione Paritetica tra il Politecnico di Bari e l’Università del Montenegro per lo sviluppo, il coordinamento e la gestione di attività di collaborazione didattica e di ricerca tra i due Atenei.
• Ha rappresentato il Politecnico in diversi progetti europei curandone la stesura e la realizzazione (vd paragrafo 6.1).
• Nominato dal Comune di Valenzano, su designazione del Politecnico di Bari, come componente della commissione di selezione beneficiari di borse di studio per tirocini all’estero nell’ambito del progetto Leonardo “e.DA ISME” come esperto nella valutazione dei curricula. 2006.
c) Delegato all’Internazionalizzazione della Didattica e della Ricerca dal luglio 2009 al dicembre 2013.
Delega conferita dal Magnifico Rettore Marzano e confermata dal Magnifico Rettore Costantino nel 2009. Nell'ambito delle attività di questa delega è stato ottenuto dal Politecnico di Bari l'DS Label nell'ottobre 2010.
d) Presidente della Commissione ERASMUS di Ateneo. Costituita con Decreto Rettorale dal 2008. Partecipa e Presiede a tutte le commissioni che erogano borse per la mobilità Internazionale anche nei Consorzi per i Progetti LLP Placement. Dal 01-06-2008 al 04-12-2013
e) Responsabile per il Processo di Bologna del Politecnico di Bari dal 2011 al 2012.
f) Componente della Giunta di Facoltà per il triennio 2003-2006
g) Coordinatore ERASMUS/SOCRATES per l’Ingegneria Meccanica del Politecnico di Bari dal 2001 al 2006.
h) Componente del nucleo di autovalutazione per l’applicazione della Legge 270 del CUC di Ingegneria Industriale della I Facoltà di Ingegneria, con decorrenza dall’aprile 2008 fino al 2010
i) Componente della commissione per il sito web del Dipartimento dal 2008 al 2012


3 ATTIVITÀ SCIENTIFICA

Per il conseguimento della Laurea in Ingegneria Meccanica ha discusso la tesi dal titolo: “Analisi delle sollecitazioni di struttura cilindrica sottile con tecnica termoelastica”, relatori Prof. Carmine Pappalettere del Politecnico di Bari ed il Prof. Peter Stanley dell’University of Manchester (GB). Per le attività sperimentali della tesi ha trascorso un periodo di internato presso la University of Manchester per utilizzare la tecnica termoelastica delle sollecitazioni (termografia differenziale).

A seguito del lavoro di tesi ha partecipato e vinto un concorso per perfezionamento all’estero – Area 9 Ingegneria Industriale bandito nel 1993 dal Politecnico di Bari. Si allega notifica.

È risultato vincitore di un Dottorato di Ricerca presso l’Università di Firenze. Le attività di dottorato hanno riguardato l’analisi, il miglioramento e l’applicazione della tecnica termografica differenziale - TSA – per l’analisi delle sollecitazioni ed hanno comportato una attiva collaborazione con strutture quali l’University of Manchester (GB) e il Centro Ricerche FIAT SCpA (Orbassano - TO).

Successivamente, con contratto di collaborazione coordinata e continuativa che si allega, da luglio 1997 al 1998 ha svolto attività di consulenza per l’Ente di Ricerca PASTIS - CNRSM SCpA di Mesagne (BR) sulle attività di normazione e prenormazione nell’ambito del Progetto di ricerca “PARCO”, nell’ambito del programma di intervento del MIUR per la realizzazione di Parchi Scientifici e Tecnologici nel Mezzogiorno.

È risultato altresì vincitore di una borsa per attività di ricerca post-dottorato (DR 683 del 20/10/1997) dal 6.3.1998 al 6.3.1999 presso il Politecnico di Bari. Le attività svolte hanno riguardato aspetti relativi alla fatica a basso numero di cicli.

E’ stato coordinatore delle attività di ricerca in termografia dei seguenti laboratori:
o Laboratorio di Meccanica Sperimentale dell’Università del Salento,
o Laboratorio di Meccanica Sperimentale del Politecnico di Bari
o Laboratoire de Mécanique et Génie Civil, Université Montpellier II (France);

E’ stato componente del Gruppo di Lavoro Termografia della Commissione UNI per i Controlli Non Distruttivi dal 1998 al 2006;

E’ referee di riviste internazionali e membro del Comitato Scientifico di Conferenze Nazionali ed Internazionali (vd par. 6.3);

E’ stato referente del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Gestionale del Politecnico di Bari per la scrittura di Progetti di Ricerca da presentare ai sensi della legge 297/99.

Si evidenzia che convinto, sostenitore di sinergie tra competenze, ha proposto e determinato numerose collaborazioni, alla pari o con ruolo di coordinamento scientifico, con Enti e Istituti di Ricerca italiani e stranieri e aziende. Nel corso degli anni ha effettuato attività, anche in qualità di responsabile e coordinatore di gruppi di ricerca descritti in seguito.


3.1 Direzione o partecipazione alle attività di un gruppo di ricerca caratterizzato da collaborazioni a livello internazionale

a) Componente di gruppi di ricerca
Partecipazione al gruppo di ricerca di Meccanica Sperimentale coordinato dal Prof. Pappalettere.
Nell'ambito delle attività del gruppo sono stato coinvolto in qualità di componente e non di responsabile nei progetti indicati nel paragrafo 3.3.

Partecipazione al gruppo di ricerca prof. Stanley – Manchester School of Engineering (UK)
Attività di ricerca su “Thermoelastic Stress Analysis” presso l’University of Manchester - UK.
1994. Si allega lettera di referenza e descrizione attività da parte del Prof. Stanley. Attività svolta durante il dottorato di ricerca.

Partecipazione a gruppo di ricerca - Centro Ricerche Fiat - Orbassano
Attività di ricerca su “Sviluppo del metodo termoelastico per rilievi di sollecitazione” presso il
Centro Ricerche FIAT SCpA (Orbassano – TO). Durata 12 mesi, si allega attestato. Attività svolta durante il dottorato di ricerca

Partecipazione ad attività di ricerca gruppo Prof. Patterson presso University of Sheffield
Attività di ricerca su “Application of Thermoelastic Stress Analysis to Aeronautical Components in
Composite Materials” presso l’University of Sheffield - UK: Durata otto mesi, 1998-1999. Tale
attività è proseguita negli anni 1999 – 2000 con brevi permanenze. Si allega lettera di referenza e descrizione delle attività del Prof. Patterson.

Coordinatore ed organizzatore delle attività di ricerca su applicazioni termografiche dei Laboratori di Meccanica Sperimentale del Politecnico di Bari (Prof. C. Pappalettere) e dell’Università di Lecce (Prof. V. Dattoma) e del Laboratoire de Mécanique et Génie Civil, Université Montpellier II
(France – Prof. A . Chrysochoos) dal 1999 a 2008. Si allega lettera di referenze.



b) Direzione di un gruppo di ricerca autonomo.
In virtu delle competenze acquisite negli anni, di una acquisita autonomia e della riorganizzazione dei gruppi di ricerca del settore presso il Dipartimento, nel 2008 il sottoscritto ha proposto la costituzione del Laboratorio di Diagnostica Strutturale e Metodi Termici per la Meccanica Sperimentale deliberato favorevolmente dal Dipartimento nell'ottobre del 2009 con delibera del Consiglio di Dipartimento e di cui il sottoscritto assunto la Responsabilità Scientifica. La costituzione del Laboratorio è contestuale alla nascita del gruppo di ricerca autonomo coordinato e gestito dal sottoscritto.

Il gruppo è stato costituito da numerosi assegnisti di ricerca finanziati sui progetti di ricerca (almeno 10 annualità) e 10 borse atipiche (complessivamente circa 10 annualità) sempre finanziate da progetti di ricerca.
Fanno parte del gruppo: DdR Davide Palumbo (da diversi anni - assegnista post doc – idoneo II fascia ING-IND/14), Ing. Francesco Ancona (da diversi anni - borsista), Ing De Finis Rosa (da diversi anni, attualmente dottoranda XXX ciclo), dott.ssa Tamborrino Rosanna (prima in ENEA e attualmente dottoranda del XXXI ciclo al secondo anno in cotutela con ING-IND/12) cui si è aggiunta D'Accardi Ester (dottoranda XXXII ciclo). Hanno fatto parte a lungo del gruppo in particolare Ing, Racioppo Cristina, DdR Castellano Anna, Ing. Gianfranco Calia e Ing. Marcello Pellegrini.
L'approccio del gruppo è altamente collaborativo e affrontiamo spesso ricerche in sinergia con Tecnologi (caratterizzazione rapida acciai con il gruppo del Prof. Tricarico, monitoraggio e caratterizzazione del comportamento meccanico delle saldature con il gruppo del prof. Ludovico), Meccanici Applicati (le attrezzature e le competenze sviluppate sui coating sono state aggregate per scelta al Tribolab coordinato dal Prof. Carbone).
Recente la collaborazione con l'Istituto Tecnologico Aeronautico Brasiliano sulla caratterizzazione di materiali multifasici.

Le attività scientifiche di Ingegneria delle Superfici e le competenze in particolare sulla caratterizzazione dei coatings sono state messe a dispoisizione ed integrate nel TRIBOLAB del DMMM.
Il Laboratorio TRIBOLAB è inserito nella rete TRASFORMA, recentemente istituita presso il Politecnico di Bari grazie al sostegno finanziario della Regione Puglia. L’ambito di ricerca del TriboLAB riguarda lo studio dei fenomeni che si manifestano all’interfaccia di due corpi a contatto quali l’attrito, l’idrorepellenza, la lubrificazione, la propagazione di cricche. Il TriboLAB è coordinato dal Prof. Dr. Giuseppe Carbone. Il team di ricerca è costituito da un professore associato, due ricercatori strutturati, due Visiting Scientists e due PhD students

Collaborazioni rilevanti per le quali c’è stata attività quale scambio docenti/studenti, presentazione di progetti congiunti, attività di ricerca in parallelo e pubblicazioni (elenco non esaustivo):
• Istituto Tecnologico Aeronautico (ITA) Brasile. Riferimento Prof. Margareth Silva. Scambio dottorandi e ricerca congiunta
• Universita di Rio de Janeiro (Brasile). Riferimento Prof. Jaime Tupiassú. Sarà ospitato suo studente
• Università II di Montpellier Francia, Prof. Chrysochoos, Prof. Watrisse. Molteplici attività di visiting researcher e ricerche congiunte.
• ULB (Università Libera di Bruxelles). Prof. Van Hemelrijck. Scambio studenti per attività sperimentali
• Università dei Paesi Baschi (Bilbao Spagna), Prof. Agustin Salazar. Scambio studenti per attività sperimentali
• CTAero (Spagna), Pablo Venegas. Proposizione congiunta di progetti europei
• Onerà (Parigi – Francia), Ospitato dottorando come visiting e ricerca congiunta
• Università di Southampton (UK), Scambio studenti e attività congiunta
• Università di Sheffield (UK), visiting researcher e attività congiunta
• Fraunhofer Institute BAM (Berlino – Germania). Christiane Maierhofer. Scambio dottorandi e attività in round robin.
• Università di Kobe (Giappone), Prof. Sakagami. Proposizione di progetti di scambio in Italia e in Giappone per scambio docenti e attività di ricerca.
• Dublin City University (Ireland). Scambio studenti e dottorandi e attività di ricerca congiunte
• University of West Scotland (UK). Scambio student e dottrandi e attività congiunte.
• Diverso istituti di ricerca e grandi aziende italiane quali Bosch, Leonardo, Centro Studi Materiali, Centro Ricerche FIAT, CNR ISSIA Bari, ENEA, CETMA, Università del Salento, Università di Palermo, Università di Messina.


3.2 Contratti ed attività di ricerca in qualità di responsabile scientifico

a) Responsabile Unità di Ricerca del Politecnico di Bari del progetto “Metodologie e tecnologie innovative per la competitività dei processi produttivi” – CAMPUS MANUFACTURING – DM54668 - € 96.660,00, partners industriali: Centro Ricerche Fiat S.C.p.A, FCA Italy S.p.A. 01/03/2015-in corso

b) Responsabile di Unità di Ricerca nel Politecnico di Bari per il progetto PON: “Difetti, danneggiamenti e tecniche di riparazione nei processi produttivi di grandi strutture in composito” DITECO – PON03PE_00067_2 - € 140.209,14, industrial partners: Alenia Aermacchi, Enginsoft, Salver, Gse. Dal 01-07-2013 a oggi

c) Responsabile dell'Unità di Ricerca del DMMM per il progetto PON “Soluzioni innovative per l’EFFicienza Energetica in eDILizia – EFFEDIL – PON02_00323_2938699 - € 93.407,0, 10/07/2012-31/12/2015.

a) Responsabile scientifico del contratto tra DMMM e Bosch Centro Studi Componenti per Veicoli SpA avente oggetto:"Caratterizzazione meccanica per analisi da fatica da fretting di varie leghe metalliche “. €25.000,00. 22/01/2014-22/07/2014

b) Responsabile di Unità di Ricerca del Politecnico per OR1 del PON 2007-2013. Progetto cod. PON01_02584. "Sviluppo Materiali avanzati e Tecnologie Innovative". Acronimo: SMATI. Capofila General Electric. € 714.000,00 euro per caratterizzazione dei materiali a fatica e a frattura anche con metodi termici accelerati dal 01-09-2011 al 28-02-2015

c) Responsabile di una delle Unità di Ricerca del Politecnico di Bari sul progetto strategico regionale con finanziamenti comunitari, con capofila Politecnico di Bari, PS134 “Ricerca e Sviluppo di metodologie per la meccanica sperimentale e la diagnostica strutturale” per circa € 803.000,00. Si evidenzia che l’attività di responsabile scientifico comporta sia il coordinamento del gruppo di ricerca del Politecnico che delle aziende in partnership (MERMEC, SITEC, RFP, ELFIM). Dal 01-01-2007 al 31-12-2010

d) Responsabile dell’Unità di Ricerca del Politecnico di Bari sul Progetto Regionale Strategico Regionale con finanziamenti comunitari, con capofila ENEA, PS009 “Rivestimenti funzionali innovativi mediante tecniche di elettrodeposizione (RINNOVA)”, capofila ENEA, per circa € 323.000,00. Si evidenzia che l’attività di responsabile scientifico comporta sia il coordinamento del gruppo di ricerca del Politecnico che delle aziende in partnership (Studio Cirignaco, Dentalart, Goldent). Dal 01-01-2007 al 31-12-2010

e) Responsabile del Unità di Ricerca del Politecnico di Bari del Progetto Strategico Regionale PS095 con finanziamenti comunitari, con capofila Università del Salento, dal titolo” Materiali e metodologie innovativi per prodotti nel settore delle energie rinnovabili”. In particolare l’Unità di ricerca deve effettuare attività su: ”Diagnostica strutturale su componenti di generatori eolici in materiale innovativo” per un importo di circa €70.000,00. 1/10/2009-30/9/2012

f) Responsabile del Contratto di Ricerca Scientifica a Rilevanza Nazionale “Giovani Ricercatori” dal Titolo “Analisi di anomalie termiche per il rilievo di difetti strutturali di materiale composito” per un importo di € 6.145,83. 2003-2007.

g) Responsabile del Contratto di Ricerca tra DIMEG e ALENIA per la caratterizzazione di materiale composito SYNCORE per un importo di €105.000,00. Attività effettuate dal 2006 e terminate nel giugno 2008.

h) Responsabile del Contratto di Ricerca tra DIMEG e ALENIA per lo Sviluppo di modelli e metodologie di calcolo di pannelli curvi irrigiditi da correnti e rappresentativi di fusoliere di grossi veivoli per un importo di €100.000,00. Attività terminata.

i) Responsabile del contratto di ricerca tra DIMeG e MASTER SRL (Conversano – BA) "La finestra automatica"- studio sui materiali: caratterizzazioni e prove meccaniche; simulazioni numeriche mirate alla progettazione e verifica di componenti meccanici. Per un importo di €30.000,00. Attività iniziata nel 2006 ed attualmente in corso.

j) Responsabile del contratto di ricerca tra DIMeG e Analysa SRL (Cuneo) per l’applicazione della tecnica termoelastica su componenti da Prototipazione Rapida. Attività effettuate nel corso del 2004 e del 2005 per un importo di €30.000,00.

k) Responsabile del contratto di ricerca con il Centro LASER SCpA per “supporto nella definizione della stazione laser di media potenza che il Centro Laser e deve acquisire per completare l'impianto pilota di taglio e la consulenza nella messa in opera e caratterizzazione dei processi di taglio micrometrico e di precisione e di processi ausiliari da implementare sulla stazione in oggetto” per un importo di €25.200,00. Attività terminata

l) Responsabile del contratto di Ricerca tra DIMeG e CETMA SCpA (Mesagne – BR) sullo sviluppo di metodi termografici di controllo non distruttivo su strutture rinforzate con materiali compositi. Attività effettuata dal 2004 al 2006 per un importo di €24.000,00

m) Responsabile dei Fondi di Ricerca di Ateneo 2003 (FRA - Ex 60%) “Sviluppo di procedure numerico-sperimentale per il controllo distruttivo termografico e termoelastico di giunzioni di materiali compositi e saldate” per un importo di € 6.961,02. 2003

n) Responsabile di contratti tra DIMeG e Isottafraschini SpA (Modugno – BA) nel corso del periodo 2004-2005 per controlli non distruttivi con tecnica termografica sui motori di grandi dimensioni per un importo complessivo di circa €6.000,00.

o) Responsabile del contratto per prove conto terzi tra DIMeG e RFP (Modugno – BA) per “Prove di resistenza a pressione e di misura delle deformazioni su 5 pneumatici riparati con prodotti TAP-RAP, nonché realizzazione di una presentazione in Microsoft Power Point” per un importo di circa €600,00


3.3 Altre attività di ricerca
E’ inserito altresì in numerosi contratti di ricerca del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Gestionale (ex Dipartimento di Progettazione e Produzione Industriale) del Politecnico di Bari. Si riportano di seguito i principali contratti di ricerca negli ultimi anni in cui si è contribuito in qualità di componente del gruppo di ricerca.

 PON02_00576_3333585 MASSIME - Sistemi di sicurezza meccatronici innovativi (cablati e wireless) per applicazioni ferroviarie, aerospaziali e robotiche. Soggetto attuatore MEDIS Distretto Regionale della Meccanica s.c.a.r.l. Nel gruppo di ricerca del Prof. Mangialardi per analisi termoelastiche e vibrazionali su componenti ferroviari. Per le attività il gruppo ha potuto fruire di €50.000. Attività terminate nel 2015
 Contratto di Ricerca con contraente CALEF dall’oggetto:” Progetto Aliscafo ad ala immersa” per un importo di €24.000,00 (2006-2007)
 Contratto di Ricerca con contraente CALEF dall’oggetto:” Progetto SINAVE: Sistema innovativo di trasporto intermodale basato sull'impiego di navi veloci” per un importo di €99.600,00 (2005-2007)
 Progetto Esplorativo Regionale PE044-"Accordo programma Quadro in materia di "Ricerca Scientifica" nella Regione Puglia- delibera CIPE n..17/03 e n. 20/04 con oggetto “Implementazione di un modello numerico/sperimentale del tratto lombo-sacrale della colonna vertebrale per la diagnosi e la cura di patologie degenerative dolorose" per un importo di 170.000,00 (2007-2008)
 Progetto Esplorativo PE_095-"Accordo programma Quadro in materia di "Ricerca Scientifica" nella Regione Puglia- delibera CIPE n..17/03 e n. 20/05 con oggetto:” Studio delle proprietà fisico chimiche e meccaniche di nuovi materiali biodegradabili-compostabili in film per usi alimentari e non” per un importo di 138.200,00 (2007-2008)
 Progetto strategico Regionale PS_014-"Accordo programma Quadro in materia di "Ricerca Scientifica" nella Regione Puglia- con oggetto “Tecnologia Innovativa per trattamenti e rivestimenti superficiali di utensili e componenti meccanici (TITRiS)” per un importo di €280.000,00 (2006-2010)
 Progetto Regionale 3.13 per SITEC Melpha Laser con oggetto:” Sviluppo e realizzazione prototipale di un sistema interferometrico a variazione di fase per il controllo automatico di blocchetti piano paralleli – ATS” per un importo di € 124.000,00 (2005-2007)
 Programma Operativo Nazionale 2000-2006 n297 per le Regioni Obiettivo 1 "Ricerca Scientifica, Sviluppo Tecnologico, Alta Formazione con oggetto: ”Dimostratore per PROcessi di saldatura IBRIDa di Leghe di Titanio” Prot. MIUR 10519 per un importo di 820.000,00 (2003-2007)
 Programma di Ricerca Nazionale '2005: Sviluppo e applicazione di procedure ibride numerico-sperimentali basate su tecniche ottiche per la caratterizzazione di materiali innovativi per uso industriale e biomedico” per un importo di € 85.000,00 (2005-2007)
 Contratto di Ricerca per conto della MERLINO TECHNOLOGY SRL con oggetto:” Black Box intelligente per nuovi target di sicurezza” per un importo di €64.800,00 (2007)
 Contratto di Ricerca per conto di Alenia Aeronautica con oggetto: “Valutazione e caratterizzazione di composti ottenuti da preforme in fibra T800 ‘dry tow placement’ infuse con resina 977-2” per un importo di €150.000,00 (2005-2006)
 Contratto di Ricerca per conto di Alenia Aeronautica con oggetto: “Selezione e sperimentazione di metodi di prova atti a caratterizzare la proprietà meccanica di taglio nel piano di materiali compositi innovativi con rinforzo in tessuto 2D braiding in fibra di carbonio e matrice” per un importo di €55.000,00 (2005-2006)
 Contratto di Ricerca per conto di Alenia Aeronautica con oggetto: “Studio e valutazione delle tecniche da sperimentare e delle procedure: realizzazione dell’attrezzatura di carico” per un importo di €59.000,00 (2005-2006)
 Contratto di Ricerca per conto di Alenia Aeronautica nell’ambito Ricerca L.297 “SONIC SUPERFICI RIF. ASPT/T051/VP/MC/0093/06 del 15/06/2006 con oggetto: “Prove meccaniche su mono stringer” per un importo di €150.000,00 (2005-2006)


3.4 Descrizione in dettaglio delle attività di ricerca
Le attività di ricerca effettuate in questi anni sono caratterizzate da sviluppo e miglioramento di diverse tecniche sperimentali sia nella fatica e nella meccanica della frattura e nell’analisi delle sollecitazioni che nella diagnostica strutturale. Molta attenzione è stata posta sia alla ricerca di base, con vere e proprie innovazioni sull’uso di tecniche diverse di misura ed analisi, che alla ricerca applicata, spesso in sinergia con aziende.
L’attività si connota per il carattere sperimentale di laboratorio e vede l’analisi numerica svolgere un importante ruolo sinergico e quasi sempre di vero e proprio supporto dell’attività sperimentale.
Nel paragrafo 8 del presente curriculum sono descritte le attività di ricerca svolte nel corso degli anni individuate per tematica.



4 ATTIVITÀ DIDATTICA

Le competenze acquisite nello svolgimento delle attività scientifiche del sottoscritto hanno portato alla proposizione prima e alla seguente attivazione nel 2005 di un nuovo corso nel CdS di Ingegneria Meccanica (LS/LM): Diagnostica Strutturale. Il sottoscritto ne ha curato da allora i contenuti e l’insegnamento che prevede buona parte delle attività pratiche effettuate in laboratorio dagli studenti. Sebbene non obbligatorio il corso è sempre stato tra i più seguiti degli insegnamenti di curriculum in media la frequenza di una quarantina di studenti della specialistica/magistrale.

4.1 Attività didattiche dirette in sedi italiane
I. Carico didattico principale assegnato dall’anno accademico 2014-2015 fino all’attuale: Progettazione Meccanica II (6 CFU - Modulo di Progettazione Meccanica II e Costruzione di Macchine - LM – Ingegneria Meccanica); Diagnostica Strutturale (6 CFU - LM – Ingegneria Meccanica)

II. Carico didattico principale assegnato dall’anno accademico 2010-2011 fino all’AA 2013-2014: Progettazione Meccanica II e Costruzione di Macchine (12 CFU - LM – Ingegneria Meccanica)

III. Tirocinio nel laboratorio di Diagnostica Strutturale per studenti di Ingegneria Meccanica L3. AA 2012-2013; 2013-2014; e 2014-2015 per 20 studenti all’anno.

IV. Carico didattico principale assegnato dall’anno accademico 2005-2006 fino all’AA 2010-2011: Principi e Metodologie della Progettazione Meccanica (6 CFU - LS – Ingegneria Meccanica – I Facoltà di Ingegneria); Diagnostica Strutturale (6 CFU - LS – Ingegneria Meccanica – I Facoltà di Ingegneria); Elementi di Diagnostica Strutturale (3 CFU - LS – Ingegneria Meccanica – I Facoltà di Ingegneria - accorpato)

V. Supplenza del corso di Costruzione dei Veicoli Terrestri per gli AA 2006-2007 e 2007-2008 (6 CFU – LS – Ingegneria Meccanica – I Facoltà di Ingegneria)

VI. Supplenza del corso di Progettazione Meccanica I per l’AA 2005-2006 (6 CFU – L3 – Ingegneria Meccanica – I Facoltà di Ingegneria)

VII. Carico didattico principale assegnato per gli anni accademici 2002-2003, 2003-2004 e 2004-2005: Principi e Metodologie della Progettazione Meccanica (Ingegneria Meccanica Vecchio Ordinamento – I Facoltà di Ingegneria).

VIII. Supplenza del corso di Progettazione Assistita di Strutture Meccaniche per gli AA 2000-2001 e 2001-2002. (Ingegneria Meccanica Vecchio Ordinamento – I Facoltà di Ingegneria).

IX. Docenza di un corso di 24 ore sulla Progettazione degli Esperimenti per il corso Dottorato di Ingegneria delle Macchine. AA 2002-2003

X. Attività di seminari su argomenti specifici ed esercitazioni nel corso di Meccanica Sperimentale del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica presso la 1a Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari. Dall’AA 1993-1994 sino all’attuale AA.

XI. Attività di seminari su argomenti specifici ed esercitazioni nel corso di Meccanica Sperimentale del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica presso la 2a Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari. AA 2004- 2005.

XII. Attività di seminari su argomenti specifici ed esercitazioni nel corso di Misure Meccaniche Termiche e Collaudi del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica presso la 1a Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari. AA 1999-2000; 2000-2001; 2001-2002

XIII. Attività di seminari su argomenti specifici ed esercitazioni nel corso di Progettazione Assistita di Strutture Meccaniche del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica presso la 1a Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari. Dall’AA 1993-1994 sino al 1999-2000

XIV. Attività di seminari su argomenti specifici ed esercitazioni nel corso di Principi e Metodologie della Progettazione Meccanica del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica presso la 1a Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari. Dall’AA 1993-1994 sino al 2002.

XV. Attività di seminari su argomenti specifici ed esercitazioni nel Corso di Meccanica Sperimentale del Corso di Laurea in Ingegneria dei Materiali presso l’Università di Lecce AA 1996-1997; 1997-1998; 1998-1999;

XVI. Attività di seminari su argomenti specifici ed esercitazioni nel Corso di Costruzione di Macchine del Corso di Laurea in Ingegneria dei Materiali presso l’Università di Lecce AA 1996-1997; 1997-1998;1998-1999

XVII. Attività di seminari su argomenti specifici ed esercitazioni nel Corso di Disegno Tecnico Industriale del Corso di Laurea in Ingegneria dei Materiali presso l’Università di Lecce AA 1996-1997; 1997-1998; 1998-1999; 1999-2000

XVIII. Attività di seminari su argomenti specifici ed esercitazioni Affidabilità e sicurezza delle Costruzioni Meccaniche per il Corso di Diploma di Logistica e Produzione Industriale dell’Università di Lecce – sede di Brindisi. AA 1999-2000 (15 ore)

4.2 Attività di supervisione
(i) Relatore di oltre 100 tesi di Laurea in Ingegneria meccanica (VO, LS, LM)
(ii) Correlatore di due tesi di Laurea in Ingegneria dei Materiali presso l’Università di Lecce (VO)
(iii) Correlatore di oltre 50 di tesi di Laurea in Ingegneria Meccanica (VO, LS, LM)
(iv) Tutore per il Politecnico di Bari di oltre 50 Tirocini di formazione ed orientamento con molteplici aziende nel territorio nazionale ed europeo.


4.3 Dottorati di Ricerca e attività di tutoraggio
Partecipazione a collegi dei docenti
a) Ateneo proponente: Politecnico di BARI Titolo: "Macchine" Anno accademico di inizio: 2000 - Ciclo: XVI - Durata: 3 anni
b) Ateneo proponente: Politecnico di BARI Titolo: "Macchine" Anno accademico di inizio: 2001 - Ciclo: XVI - Durata: 3 anni
c) Collegio dei docenti del Dottorato in "Progettazione Meccanica e Biomeccanica" del Politecnico di Bari XX ciclo 2004.
d) Collegio dei docenti del Dottorato in "Progettazione Meccanica e Biomeccanica" del Politecnico di Bari XXI ciclo 2005. Co-Tutore di 2 dottorandi che hanno rinunciato al termine del 1 anno. dal 01-11-2005 al 30-10-2008
e) Ateneo proponente: Politecnico di BARI Titolo: "PROGETTAZIONE MECCANICA E BIOMECCANICA" Anno accademico di inizio: 2006 - Ciclo: XXII - Durata: 3 anni
f) Ateneo proponente: Politecnico di BARI Titolo: "PROGETTAZIONE MECCANICA E BIOMECCANICA" Anno accademico di inizio: 2007 - Ciclo: XXIII - Durata: 3 anni
g) Ateneo proponente: Politecnico di BARI Titolo: "PROGETTAZIONE MECCANICA E BIOMECCANICA" Anno accademico di inizio: 2009 - Ciclo: XXV - Durata: 3 anni
h) Ateneo proponente: Politecnico di BARI Titolo: "INGEGNERIA MECCANICA" Anno accademico di inizio: 2010 - Ciclo: XXVI - Durata: 3 anni
i) Ateneo proponente: Politecnico di BARI Titolo: "INGEGNERIA MECCANICA E GESTIONALE" Anno accademico di inizio: 2011 - Ciclo: XXVII - Durata: 3 anni
j) Ateneo proponente: Politecnico di BARI Titolo: "INGEGNERIA MECCANICA E GESTIONALE" Anno accademico di inizio: 2012 - Ciclo: XXVIII - Durata: 3 anni

Tutoraggio
a) Tutore del dottorando Leonardo Spagnolo, XVI ciclo, che ha ottenuto il titolo con la tesi: "TECNICHE TERMOGRAFICHE PER CONTROLLI NON DISTRUTTIVI E INDAGINI STRUTTURALI"
b) Tutore del Dottorando Damiano Modugno, XX ciclo, che ha conseguito il titolo con la tesi "Tecnica Termoelastica delle Sollecitazioni"
c) Co-Tutore di 2 dottorandi del Dottorato in "Progettazione Meccanica e Biomeccanica" del Politecnico di Bari XXI ciclo 2005 che hanno rinunciato al termine del 1 anno
d) Tutore del dottorando Davide Palumbo del Dottorato di Ricerca in "SISTEMI AVANZATI DI PRODUZIONE" del Politecnico di Bari - XXIV ciclo Titolo conseguito con una tesi "Metodi Termici per l’Analisi delle Sollecitazioni e per i Controlli Non Distruttivi"
e) Tutore dottoranda De Finis Rosa. Dottorato in "Ingegneria Meccanica e Gestionale" del Politecnico di Bari - XXX ciclo - 2014
f) Co-Tutore dottoranda Tamborrino Rosanna. Dottorato in "Ingegneria Meccanica e Gestionale" del Politecnico di Bari - XXXI ciclo - 2015
g) Tutore dottoranda D'Accari Ester. Dottorato in "Ingegneria Meccanica e Gestionale" del Politecnico di Bari - XXXII ciclo – 2016

Attività varie inerenti il dottorato
• Commissario esterno per la parte francese (Università di Montpellier II) della commissione giudicatrice per l’esame finale di dottorato in cotutela presso l’Università del Salento.
• Cotutore di un Dottorando di Ricerca in Meccanica del Politecnico di Bari XVII ciclo
• Insegnamento con esame per i dottorandi del XVI, XVII e XVIII ciclo di Design of Experiment e Robust Design per 24 ore complessive
• Referee per il XXVI ciclo per la Scuola di Dottorato in Scienze della Terra e dinamica ambientale – indirizzo Scienze della Terra. Supervisiona una tesi dal titolo “modellizzazione di comportamenti termo ceramiche preindustriali come strumento di analisi funzionale attraverso uno studio numerico sperimentale”. Candidato Ignazio Allegretta.


4.4 Partecipazioni a commissioni d’esami
Dalla presa di servizio come ricercatore ha fatto parte delle commissioni d’esame di profitto delle seguenti discipline facenti capo ai corsi di Laurea Vecchio Ordinamento, Laurea triennale e Laurea specialistica in Ingegneria Meccanica:
• Principi e Metodologie della Progettazione Meccanica
• Meccanica Sperimentale
• Progettazione Assistita di Strutture Meccaniche,
• Misure Meccaniche Termiche e Collaudi
• Diagnostica Strutturale
• Elementi di Diagnostica Strutturale
• Progettazione Meccanica I
• Progettazione Meccanica II e Costruzione di Macchine

Ha inoltre fatto parte alle seguenti commissioni facenti capo al Corso di Diploma in Ingegneria Meccanica (Teledidattico)
• Comportamento Meccanico dei Materiali
• Elementi Costruttivi delle Macchine
• Misure e strumentazioni Industriali


4.5 Attività di docenza all’estero
Ha svolto attività di dimostrazioni e tutoraggio (10 ore) nel laboratorio di Meccanica Sperimentale della University of Sheffield. 1998


5 ATTIVITÀ TRASFERIMENTO TECNOLOGICO

5.1 Brevetti e disegni industriali
a) Brevetto: EP3014255 - MODULAR DEVICE FOR STRUCTURAL DIAGNOSTICS OF VARIOUS MATERIALS AND STRUCTURE, USING THERMOGRAPHIC TECHNIQUES BASED ON MULTIPLE EXCITATIONS. Dal 27-06-2014 a oggi
b) Brevetto italiano 0001418263; domanda RM2013A000384; titolo dispositivo indossabile per la misurazione del flusso sanguigno, e relativo sistema. Dal 18-09-2015 a oggi
c) Brevetto italiano: 0001418261: domanda RM2013A000381 dispositivo modulare per la diagnostica strutturale di materiali e strutture varie, mediante tecniche termografiche ad eccitazioni multiple. Dal 18-09-2015 a oggi
d) Autore di Disegno Industriale T 010374430 dal 03-03-2016 a oggi
e) Brevetto Europeo 16180916.5-1557. Proprietario Leonardo SpA. Titolo: Metodo e sistema di ispezione termografica non distruttiva per il rilevamento e la misura di difettosità volumetriche in strutture in materiale composito. Dal 22-07-2016 a oggi

5.2 Spinoff
Fondatore e Presidente del CdA dello Spin off Diagnostic Engineering Solutions srl (DES - http://www.desinnovation.com/) - attiva dal Novembre 2010.
DES è un’azienda spin off del Politecnico di Bari specializzata nella meccanica sperimentale e nella diagnostica strutturale. La sua mission è il trasferimento tecnologico dall’Università all’Industria di soluzioni innovative per la diagnostica strutturale, mediante l’utilizzo di tecniche non distruttive.
Progetta e realizza sistemi avanzati di diagnostica per l’analisi strutturale di componenti e il monitoraggio di processi. Le soluzioni proposte sono frutto di oltre vent’anni di ricerca e sperimentazione svolte nei Laboratori di Diagnostica Strutturale e trovano applicazione in prodotti standard hardware e software, e in sistemi personalizzati per i controlli non distruttivi, l'analisi delle sollecitazioni, l’ottimizzazione e il monitoraggio di processo.
Sviluppa tecnologie innovative che consentono di integrare le strumentazioni esistenti sul mercato, perfezionando i risultati dell’indagine. In particolare DES si distingue per l’applicazione di metodi termici.
L'azienda conta 8 dipendenti, 6 collaboratori esterni, due sedi - Bari e Cogliate (MB)- tra i clienti annoveriamo (elenco rappresentativo non esaustivo) Leonardo, Lamborghini, Dallara, Vestas, Brembo, AVIO, ENEA, varie Università.
Si allega il bilancio 2015 per dimostrare la reale ed intensa attività di trasferimento tecnologico.
Nell’ambito delle attività di trasferimento tecnologico portate avanti con lo spinoff sono da annoverare le seguenti:
a) Costituzione del Consorzio Apuliamech per l’internazionalizzazione delle Aziende consorziate (lo scrivente è Vice Presidente del CdA). Vincitore del Bando di Pugliasviluppo per l’internazionalizzazione delle imprese.
b) Progetto PON H2020 SisterCheck ammesso alle agevolazioni. Progetto da €400.000 per lo sviluppo di un sistema di monitoraggio e controllo non distruttivo di componenti ottenuti da processo AFP. In attesa di firma di atto d’obbligo.
c) Coordinatore delle 32 aziende “Match up” (aziende innovative in Confindustria – http://www.confindustria.babt.it/index.php) in Confindustria Bari-BAT da marzo 2016 a febbraio 2017.
d) Costituzione di una rete d’imprese per l’implementazione di soluzioni “Industria 4.0”, NET4INDUSTRY

5.3 Interazione tra spinoff e attività di ricerca istituzionali
Come indicato nel paragrafo precedente, lo spinoff nasce per finalizzare le attività di ricerca svolte nei laboratori del Politecnico di Bari. Si sono sviluppati e sono in commercio strumenti innovativi, software e impianti customizzati.
L’interazione tra azienda e università è tuttavia a doppio senso. Le attività industriali intense sviluppate dalla DES hanno consentito che le attività del Laboratorio e del gruppo di ricerca siano conosciute e apprezzate in grandi realtà che quindi sono portate a coinvolgere il laboratorio nelle ricerche di base consce del fatto che i risultati potranno direttamente essere industrializzati in continuità. Il coinvolgimento in alcuni grandi progetti è avvenuto infatti dopo la fornitura di strumenti da parte della DES.
Il processo è appena iniziato e sta portando realtà come Dallara, Lamborghini, Leonardo, Brembo, De Longhi e molte altre a prendere in considerazione la possibilità di contratti di ricerca con l’Ateneo su tematiche importanti ma ancora immature da un punto di vista industriale.
Dal punto di vista accademico il continuo feedback industriale e le numerose sollecitazioni a proporre soluzioni innovative consentono al gruppo di ricerca di evolvere e finalizzare le attività. L’evoluzione delle pubblicazioni dello scrivente negli ultimi anni e il riconoscimento di diversi premi sono il risultato da un lato dell’organizzazione del gruppo autonomo di ricerca e dall’altro ad avere riferimenti industriali importanti.
L’attività di presidente dello spinoff seppure molto impegnativa si è accompagnata a un maggiore impegno nelle attività accademiche, e in maniera virtuosa ha consentito una forte crescita del gruppo e delle sue attività.

5.4 Partecipazione ad attività normative e prenormative
a) È stato componente della Commissione UNI “Prove Non Distruttive” - gruppo di Lavoro “Termografia”, dal 1998 al 2006.
b) È stato incaricato dall’Ente di Ricerca PASTIS-CNRSM SCpA, con contratto di collaborazione coordinata e continuativa, per la partecipazione a commissioni di studio prenormativo e per le attività sperimentali per la “Caratterizzazione e certificazione dei materiali”.

5.5 Attività didattiche per laureati
a) Affidamento di un corso sulla fatica dei materiali di 24 ore da parte di Bosch nel 2015 (Bari)
b) Consair (Alenia Pomigliano D'arco) Corso certificato di II livello EN4179 per operatore controlli non distruttivi in ambito aeronautico termografia (2015)
c) Affidamento di un corso sul Design of Experiment e Robust Design di 32 ore da parte di Bosch nel 2010 (Bari)
d) Affidamento nell’AA 2007-08 per la Total Quality Managment SRL di un corso di Design of Experiment presso lo stabilimento Bosch di Modugno (BA) di 24 ore
e) Affidamento di un corso sui Controlli Non Distruttivi presso lo stabilimento di Isottafraschini di Modugno (BA) 24 ore nel 2009
f) Affidamento nell’AA 2004 – 2005 di moduli di docenza presso il CETMA (Mesagne, BR) nell’ambito dei progetti MAVET (Moduli Avanzati per VEttori di Trasporto collettivo) e MITRAS:
 Unità didattica: 'Tecniche NDT'. Modulo di 14 ore
 Unità didattica: “elaborazione statistica di dati sperimentali”. Modulo di 14 ore
g) Affidamento nel 2003 per la Soluzione Qualità SRL di un corso di “Controllo statistico di processo e tecniche di problem solving” presso l’Arsenale Marina Militare di Taranto di 24 ore.
h) Affidamento nel AA 2002-2003 nell’ambito del Master “TEPRA” di un modulo di “Meccanica Sperimentale” (14 ore) su: “Tecniche sperimentali non distruttive di rilevazione delle tensioni”
i) Affidamento dell’incarico dell’Università di Lecce nell’ambito del Master “Materiali e Tecnologie Innovative” di docenza di “Tecniche non distruttive di rilevazione delle tensioni” e di esercitazioni di “laboratorio sulla tecnica fotoelastica”. Maggio 2000.
j) Docente nelle attività formative di vari progetti PON: PON SMATI - Politecnico di Bari (2014-2015) PON MASSIME - Politecnico di Bari (2014-2015) Solar II - Università del Salento PS 134 Meccanica Sperimentale – 2008-2009 - Politecnico di Bari

5.1 Attività divulgative (terza missione)
A titolo di esempio delle attività divulgative si riportano esempi salienti degli ultimi 5 anni
1. Componente del Comitato Scientifico di Affidabilità e Tecnologie (dal 2014) - Torino
2. Organizzazione della sessione "Metodi Termici per la qualifica del materiale e dei prodotti" in AeT aprile 2016
3. Partecipazione a numerosi workshop tematici ed organizzazioni di sessioni in convegni legati ad attività espositive quali ad esempio nel corso dell’ultimo anno:
a. Giornata Aerospaziale AIPnD - "I Controlli non Distruttivi nelle applicazioni aerospaziali" - Pratica di Mare, Pomezia (RM) - 21 Settembre 2016 con il lavoro "Metodi termografici innovativi per il CND e la qualifica di materiali e componenti aeronautici"
b. Convegno “Diagnostica e prove non distruttive: tecnologie e competenze per l’affidabilità di strutture, impianti e mezzi di trasporto, in ottemperanza allo scenario normativo e legislativo”, organizzata dall’IIS – Istituto Italiano della Saldatura, in collaborazione con AIPND (Associazione Italiana Prove non Distruttive). 13 ottobre 2016 presso l’IIS a Genova. Lavoro dal titolo “Analisi termomeccanica di giunti saldati in acciaio”.
c. Organizzatore di un workshop su “Innovazione e norme nei Controlli non distruttivi”. Limbiate 28 ottobre 2016 Relatore del lavoro "Metodi termici per la qualifica di prodotti e materiali"
d. Relatore invitato al Convegno Bari Automotive Summer School organizzato da Bosch il 22 e 23 settembre 2016. Relatore del lavoro "Thermal methods for mechanical characterisation of materials and automotive components control and qualification"
e. Relatore al Convegno “I compositi nell’aeronautica” organizzato da CETMA nel COMPOTEC salone internazionale dei compositi e delle tecnologie correlate il 7 aprile 2016 con il lavoro “I controlli non distruttivi: le possibilità offerte da nuove tecniche per il settore aeronautico”
4. Pubblicazione di articoli divulgativi su riviste tecniche quali Composite Magazine


6 INCARICHI E COMPETENZE DIVERSE

6.1 Incarichi per la partecipazione a progetti europei
a) Ha partecipato al Comitè de Pilotage del progetto europeo Leonardo EU-NEXT, su richiesta del Presidente del Polo Universitario di Bordeaux per meriti specifici; il progetto in partnership col Politecnico di Bari, terminato nel 2007, prevede la per la creazione di una rete transnazionale di esperti in mobilità professionale.
b) Ha partecipato in qualità di rappresentante del Politecnico di Bari ai seguenti progetti:
• Tempus Meda Marocco JEP 31197-2003 per la definizione del curriculum di “genie industrielle” nelle scuole di ingegneria.
• Tempus Meda Algeria JEP-32111-2004 per lo sviluppo di un sistema di inserimento professionale e di valorizzazione delle PMI.
c) È stato incaricato dal Politecnico di Bari, in qualità di esperto in relazioni pubbliche ed internazionali, di attività di studio ed analisi nell’ambito del Progetto SIRIO – PON 2000-2006 misura 3.5, CUP J72C07000030005, con capofila Università di Bari. Luglio 2008.
d) È stato incaricato dal Politecnico di Bari, nell’ambito del Progetto ARIANNA (CUP J92E0700010005 – PON 2000-2006 “Ricerca Scientifica, sviluppo tecnologico, alta formazione”), di collaborare col responsabile di misura per il coordinamento di attività orientamento coi docenti responsabili dell’orientamento delle Scuole secondarie superiori, giugno 2008.
e) È stato incaricato dal Politecnico di Bari nell’ambito del Progetto ARIANNA (CUP J92E0700010005 – PON 2000-2006 “Ricerca Scientifica, sviluppo tecnologico, alta formazione”), di collaborare col responsabile di misura per l’attività di “Verifica della qualità ed efficacia dell’orientamento”. Giugno 2008.

6.2 Incarichi in Organismi Associativi Scientifici
a) Componente eletto al Consiglio Direttivo dell’Associazione Italiana per l’Analisi delle sollecitazione nei periodi 2003-2007 e 2007-2010, nonché nominato in seno al Consiglio Direttivo come segretario della associazione stessa per il periodo 2003-2007.
b) EURASEM - European Association for Experimental Mechanics - Technical Chair in Thermography. Dal luglio 2006 al luglio 2010
c) EURASEM - European Association for Experimental Mechanics - Componente del board dal luglio 2012 al luglio 2016
d) AIPND – Associazione Italiana Prove Non Distruttive - Consiglio Scientifico. Bienni settembre 2014-settembre 2016 e settembre 2012- settembre 2014

6.3 Altri incarichi
a) Referee ed editor per riviste internazionali tra cui:
• Referee Strain
• Referee The Journal of Strain Analysis for Engineering Design;
• Referee Journal of Optics A: Pure and Applied Optics;
• Referee Measurement Science and Technology;
• Referee Journal of Micromechanics and Microengineering;
• Referee Fatigue and Fracture of Engineering Materials & Structure;
• Referee Journal of Physics D: Applied Physics (J. Phys. D)
• Editor di MAYFEB JOURNAL OF ENGINEERING (NO ISI)
b) Faculty Advisor per la squadra PolibaCORSE e partecipazione alla competizione ”formula SAE” internazionali dal 2006. Due 3° premio e un 1°premio in classe 3 - Progettazione
c) Componente del Comitato Scientifico e chairman di sessione di numerosi Convegni Nazionali ed Internazionali:
• 4th International Conference on Modern Practise in Stress and Vibration Analysis, 2000, University of Nottingham
• Numerosi convegni AIAS (2005, 2006, 2007, 2008, 2010)
• ICEM13: International Conference on Experimental Mechanics – luglio 2007 Alexandropulis
• ICEM14: International Conference on Experimental Mechanics – luglio 2010 Poitiers
• Chairman sessione Thermomechanics 2 - Photomechanics 2011 – Brussels
• Photomechanics 2011 - An International Conference on full field measurement techniques – Brussels
• Chairman e organizzatore di sessione: Thermal methods for composite materials in ECCM15 - European Conference on Composite Material – Venezia, luglio 2012
• ICEM15 - 15th International Conference on Experimental Mechanics: Experimental Mechanics New trends and Perspective luglio 2012, Porto
• Photomechanics 2013 - International conference on full-field measurement techniques and their applications in experimental solid mechanics – Montpellier
• Photomechanics 2015 - International conference on full-field measurement techniques and their applications in experimental solid mechanics – Delft
• 14th International Conference on Fracture - Rhodes, Greece, June 18-23, 2017
• BSSM’s 12th International Conference on Advances in Experimental Mechanics, to be held at The University of Sheffield, in South Yorkshire, UK, from 29th-31st August 2017
d) Componente del Comitato organizzatore del XXXII AIAS National Conference, Salerno 2003
e) Componente del Comitato organizzatore del ICEM12 International Conference on Experimental Mechanics, Bari, 31 agosto – 2 settembre 2004.


8 Descrizione delle attività di ricerca
Gli argomenti sviluppati nel corso di questi 25 anni di attività sono state caratterizzate da una varietà di interessi che hanno portato a pubblicazioni e progetti in molteplici aree tipiche del Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/14.
La descrizione che segue non intende essere esaustiva ma una guida attraverso i veri output della ricerca che sono le pubblicazioni, i progetti di ricerca e il trasferimento tecnologico descritti precedentemente nel presente curriculum ed allegati nei titoli.
Le attività di ricerca effettuate in questi anni sono caratterizzate da sviluppo e miglioramento di diverse tecniche sperimentali sia nella caratterizzazione a fatica e a frattura dei materiali che nell'analisi delle sollecitazioni che nella diagnostica strutturale. Molta attenzione è stata posta sia alla ricerca di base, con vere e proprie innovazioni sull'uso di tecniche diverse di misura ed analisi, che alla ricerca applicata, spesso in sinergia con aziende. L'attività si connota per il carattere sperimentale di laboratorio e vede l'analisi numerica svolgere un ruolo sinergico e quasi sempre di vero e proprio supporto dell'attività sperimentale.
La descrizione è sommaria e non esaustiva. Tutta la ricerca effettuata è stata immaginata e portata avanti avendo chiara che la finalità ultima deve essere le possibilità di un suo uso industriale.
Il feedback ottenuto dal successo industriale dello spinoff mi consente di orientare quella parte di ricerca che si occupa di rendere matura una tecnologia al reale interesse industriale. Rimane forte la curiosità di aprire nuove strade in ricerca di base.
La costruzione del Laboratorio di Diagnostica Strutturale e Metodi Termici per la Meccanica Sperimentale ha richiesto energia e costante sviluppo del reperimento dei fondi acquisto e gestione delle attrezzature e definizione del gruppo di ricerca nonché (e non secondario) lo sviluppo di competenze adeguate.
L’autonomia scientifica e organizzativa che ne è seguita, dopo un periodo intenso di lavoro preparatorio (2008-2010), ha portato a un netto miglioramento della finalizzazione in pubblicazioni delle attività con un trend ancora in crescita.


8.1 Fatica
Le attività sulla caratterizzazione a fatica si sono evolute nel tempo seguendo collaborazioni e progetti di ricerca. Inizialmente inquadrata nell'ambito di una collaborazione con il Centro Ricerche FIAT SCpA di Orbassano (TO) ed oggetto di una borsa post-dottorato, l’attività è potuta evolvere grazie a progetti con Bosch e soprattutto PON SMATI in cui si sono caratterizzati un gran numero di materiali sia a fatica che a frattura.

In particolare nell'ambito dell'analisi del comportamento meccanico di materiali soggetti a fatica, si sono:
 sviluppati metodi termici di analisi del comportamento a fatica
 analizzati aspetti relativi all'uso di codici di calcolo nella fatica oligociclica,
 effettuate valutazioni del metodo della deformazione locale per la previsione della vita a fatica
 effettuati studi sull'uso di modelli di plasticità ciclica incrementale per la previsione della vita a fatica oligociclica multiassiale.

Si sono inoltre sviluppate metodologie di prova basate sull'uso della microscopia acustica per lo studio dell'enucleazione e della propagazione della cricca.

Si è lavorato molto nella determinazione delle caratteristiche meccaniche dei materiali soggetti a carichi di fatica, coordinando le attività dei laboratori di meccanica sperimentale del Politecnico di Bari, dell’Università del Salento e del Laboratoire de Mécanique et Génie Civil, Université Montpellier II.
Molto intensa negli ultimi anni l’attività della caratterizzazione rapida a fatica con metodi termici. Oltre all’applicazione e miglioramento del metodo basato sulla temperatura, negli ultimi anni si è definito e si sta proponendo (unici nel panorama internazionale) una metodologia sinergica ma più robusta dell’analisi della temperatura ovvero la Thermoelastic Phase Analysis.
Il metodo proposto dal mio gruppo sta rapidamente evolvendo includendo metodologie energetiche sempre basate su tecnica termoelastica ovvero la determinazione del comportamento a 2w del segnale termoelastico.
Oltre ai classici acciai (si sono caratterizzate 12 leghe innovative nell’ambito del progetto PON SMATI) si stanno applicando le metodologie anche a materiali compositi e finalmente a componenti.
Il mio gruppo ha anche implementato una metodologia completamente automatica per la determinazione del KIC e della curva di Paris durante la prova CTOD basato sulla termoelasticità.
La potenzialità dei metodi termoelastici su componenti sono legate all’incredibile potenzialità di riduzione dei tempi rendendo economiche e praticabili caratterizzazioni a fatica di componenti reali e loro monitoraggio.
L’attività è riconosciuta a livello sia nazionale che internazionale come dimostrato da premi ottenuti recentemente.

8.2 Applicazione e sviluppo di tecniche termografiche
Analisi delle sollecitazioni
Nel corso degli anni ha utilizzato e sviluppato tecniche e procedure di analisi delle sollecitazioni con tecniche termografiche differenziali ovvero TSA (Thermoelastic Stress Analysis).
In particolare si sono sviluppate: applicazioni di base su componenti semplici applicazioni industriali; applicazioni su analisi di componenti automobilistici nell'ambito di collaborazioni con varie industrie (Centro Ricerche FIAT, RFP, FERGOM, OM-PIMESPO); sviluppo di metodologie per la separazione delle sollecitazioni principali e metodi di misura e processamento del segnale e dei dati; sviluppo di tecniche miste foto-termoelastiche per la determinazione dello stato di tensioni e/o deformazione di componenti in materiale omogeneo o composito ad applicazione della TSA su componenti in materiale composito.
Si è effettuata attività di analisi dello stato tensionale in laminati nell'ambito della collaborazione con la Università di Palermo (con proposta di soluzione per la calibrazione termoelastica per tali materiali) e per altri aspetti con l'ALENIA di Foggia. Si è sviluppata una procedura di prova innovativa ad hoc.
Si sono sviluppate procedure di analisi di soluzioni prototipali da Prototipazione Rapida con tecniche termoelastiche e nuove tecniche di analisi dei dati per la maggiore industrializzazione della tecnica. Si sono usate tecniche miste termografica e termoelastica per la caratterizzazione di materiali compositi, in collaborazione con ALENIA. Si sono sviluppate procedure di prova ed analisi termografica, termoelastica ed estensimetrica per l'analisi del comportamento a fatica di giunti saldati
Le applicazioni e lo sviluppo di metodi innovativi per la caratterizzazione dei materiali sono esposti nel paragrafo relativo

Controlli Non Distruttivi
Nell'ambito della termografia semplice sono numerose le ricerche attualmente in itinere. Esse vertono ad esempio sull'uso della termografia per: rilevazione e la quantificazione di difetti in materiali compositi, (attività in parte finanziate con contratto di ricerca a rilevanza nazionale) con incluse analisi che utilizzano metodi ibridi numerico-sperimentali e tecniche di intelligenza artificiale. Una parte di queste attività è stata oggetto di un contratto con il CETMA di Mesagne (BR) in particolare per l'applicazione di queste procedure a rinforzi in materiale composito di strutture cementizie.
Le procedure e gli algoritmi sviluppati dal mio gruppo consentono analisi più rapide e maggiore segnale su rumore. Particolare attenzione è stata posta sia nei metodi di prova (pulsata lockin etc) che sui metodi di eccitazione termica (laser, induzione, microonde etc). Analisi innovative della termografia stepped (analisi di pendenza ed R2) sono attualmente proposte alla comunità accademica e forniscono risultati migliori rispetto a tecniche analoghe.
Lo sviluppo di nuove tecniche sta proseguendo nei progetti PON DITECO, CAMPUS MELFI in collaborazione con Leonardo (Alenia), CNR, Unisalento, ENEA, Centro Ricerche FIAT

Controllo di processo
Attività sull’uso della termografia in ambito industriale: in collaborazione con l'OSRAM SUD per lo sviluppo di metodi non distruttivi di controllo del processo con particolare riferimento alle tensioni residue che si sviluppano in componenti in vetro durante la formatura a caldo; analisi strutturale comparativa di rappezzi per pneumatici per conto e in collaborazione la RFP di Modugno (BA); uso della termografia per la manutenzione e l'ottimizzazione di processo, in collaborazione con Bridgestone e SKF di Modugno (BA).
Attività anche mdi sperimentazione ed analisi per la validazione di modelli numerici di processi di idroformatura Sviluppo di procedure di prova ed analisi dei risultati per la valutazione non distruttiva dell'integrità strutturale di freni al carbonio ad uso aeronautico usando le diffusività termiche completano il quadro.


8.3 Applicazione e sviluppo di tecniche fotoelastiche
Le linee di ricerca concernenti la fotoelasticità hanno riguardato applicazioni diverse quali: sviluppo di un polariscopio automatico capace anche dell'analisi fotoelastica integrata per l'analisi delle tensioni residue di componenti in vetro. La ricerca è stata effettuata su incarico della OSRAM SUD SpA;
Effettuate analisi su materiali da Prototipazione Rapida (PR) per la valutazione della possibilità di utilizzare la PR per la creazione di modelli per la fotoelasticità per congelamento delle tensioni e sviluppate applicazione di tecniche per riflessione su componenti industriali in particolare con l'associazione della tecnica termoelastica di analisi delle sollecitazioni per fornire la distribuzione delle deformazioni principali.

8.4 Biomeccanica
Le attività di ricerca nell'ambito della biomeccanica hanno riguardato: caratterizzazione di pelli artificiali in collaborazione con il PASTIS-CNRSM; analisi delle sollecitazioni con tecnica fotoelastica di impianti endossei e perni endocanalari relativamente all'ambito odontoiatrico; analisi con tecnica Moirè interferometria delle deformazioni generate dal contatto acciaio - cuscino polimerico di una protesi al ginocchio a vari livelli di usura; 'uso di tecniche ottiche per l'analisi dello stato di pareti arteriose.
Effettuate attività di analisi ad elementi finiti di fissatori femorali e procedure di addestramento in realtà virtuale di chirurghi. Attività di collaborazione in ambito didattico con la Dublin City University.
Importante l’attività in collaborazione con La clinica Santa Maria nella persona del dott. Simone che ha portato ad un brevetto su un dispositivo per la misura della pressione che sia indossabile e confortevole dato che si base sull’analisi della curva pletosismografica.
Importante anche lo sviluppo di un dispositivo elettromeccanico per l’assistenza ventricolare per chi soffre di insufficienza cardiaca.



8.5 Tensioni residue e ingegneria delle superfici
L'attività principale in questo campo concerne l'analisi di diversi processi di deposizione di film sottili per il rivestimento di componenti. In particolare: si sono sviluppate procedure per il monitoraggio delle deformazioni con tecniche estensimetriche durante il processo e la conseguente minimizzazione delle tensioni residue.
L'attività, in continua collaborazione con l'ENEA di Mesagne (BR), ha fornito risultati molto interessanti che hanno portato a diverse pubblicazioni. Sono state ulteriormente sviluppate le attività nell'ambito del Progetto Strategico TITRIS metodologie di monitoraggio delle deformazioni con tecniche ottiche durante il processo di deposizione con RF Sputtering. Nell'ambito del progetto sono effettate le caratterizzazioni dei rivestimenti in termini di adesione e resistenza all'usura e il confronto dei risultati ottici con il metodo estensimetrico. Nell'ambito del Progetto Strategico "RINNOVA", con capofila ENEA, in cui il sottoscritto ha coordinato l'attività del gruppo di ricerca del Politecnico di Bari, si sono definiti i processi ottimali di elettrodeposizione per il rivestimento di protesti odontoiatriche e ortopediche e caratterizzati i rivestimenti da un punto di vista di adesione, tribologico e di coefficiente di attrito in ambiente aggressivo.
Si sono analizzati i rivestimenti derivanti da tecnica oxi-fuel plasma spray e si sono determinate le tensioni residue col metodo della rosetta forata per la determinazione dei parametri di deposizione ottimali. Sono state effettuate, inoltre, prove per l'analisi delle tensioni residue col metodo della rosetta forata su pannelli di alluminio saldati con laser per conto del CENTRO Laser.
Nuovo impulso per l’analisi del comportamento dei rivestimenti è stato determinato dal progetto PON SMATI che includeva un obiettivo realizzativo proprio per la determinazione delle capacità di adesione, il controllo dello stato di adesione e la caratterizzazione della superficie in termini di caratteristiche tribologiche.
Anche il progetto PON EFFEDIL ha dato impulso all’analisi sia dell’adesione che delle proprietà all’irraggiamento di rivestimenti per materiali per l’edilizia. La caratterizzazione effettuata, sebbene su materiali tipici dell’ingegneria civile, ha usato procedure e metodi tipici dei controlli non distruttivi e della tribologia.
Nel 2014 le attrezzature e le competenze del gruppo in questo specifico campo sono state messe a disposizione del TriboLab che fa parte di una rete di laboratori TRASFORMA. Il laboratorio vede il coordinamento scientifico del Prof. Carbone.

8.6 Applicazioni di Design of Experiment e Robust Design
Sono state effettuate numerose applicazioni di queste metodologia di progettazione degli esperimenti. Tra le più significative si possono portare ad esempio le attività di seguito elencate. Analisi dell'influenza di fattori significativi nelle prove di misura dello spessore con l'apparecchiatura α-step e misure di adesione di film sottili per specchi per laser. Analisi e caratterizzazione di una molla di flessione per il serraggio del corpo pompa in collaborazione con il Centro Ricerche FIAT di Valenzano (BA). Applicazione del DOE per il controllo del funzionamento di una pompa di iniezione diesel, in collaborazione con la Bosch Sistemi Frenanti SpA di Modugno (BA) Applicazione per la verifica dell'influenza dei parametri di prova sulla determinazione degli spostamenti fuori dal piano con tecnica shadow moirè con equazioni diverse. Attività in collaborazione con British Airbus
Tutte le ricerche effettuate negli ultimi anni usano di default tecniche statistiche di pianificazione degli esperimenti e analisi statistica dei risultati.

8.7 Verifica, progettazione e ottimizzazione:
Sviluppo di applicazioni industriali di tecniche di verifica di giunzioni saldate, sviluppate presso il Politecnico di Bari, che hanno portato alla pubblicazioni dei risultati ed una fattiva collaborazione con aziende quali JCB (UK) e OM PIMESPO. In particolare sono in fase di sviluppo metodi di analisi delle sollecitazioni con tecniche di campo quali la Thermoelastic Stress Analysis che forniscano la valutazione locale dello stato di stress nei pressi del cordone di saldatura. Progettazione e sviluppo di finestre automatiche per conto della MASTER SRL Progettazione e caratterizzazione sperimentale del comportamento termico e strutturale di una scatola "black-box" per il rilievo dei dati di vettura ai fini della ricostruzione di eventi incidentali su incarico della Merlino Technology. Progetto e sviluppo della stazione laser di potenza e sviluppo di metodi per la valutazione della qualità del taglio. Coordinamento del gruppo del Politecnico di Bari del lavoro svolto in ambito del contratto CALEF - SINAVE per la progettazione numerica di un trimarano veloce e sua ottimizzazione con metodi topologici sviluppo di modelli e metodologie di calcolo di pannelli curvi irrigiditi da correnti e rappresentativi di fusoliere di grossi veivoli per conto di Alenia.
Nell'ambito di attività prettamente didattiche di attività di tesi di Laurea si sono seguite ricerche sulla progettazione ed ottimizzazione con metodologie tradizionali o con l'uso di codici ad elementi finiti di diversi componenti/sistemi. Ad esempio: giunti saldati a punti, supporti motore; controtelaio per piattaforme aeree; componenti ferroviari saldati a punti; progettazione ad elementi finiti di pannelli grecati saldati a punti per applicazioni navali; progettazione di una pressa per idroformatura; progettazione ed ottimizzazione di una macchina per l'assemblaggio di rappezzi per pneumatici.

8.8 Caratterizzazione meccanica di materiali tradizionali ed innovativi
Analisi del comportamento di provini in composito con estensimetri inseriti nella struttura attività di coordinamento di lavori di caratterizzazione meccanica in particolare di materiali compositi principalmente all'interno di progetti di ricerca con ALENIA: materiali tessuti tipo braided in varie condizioni con particolare riferimento al comportamento al taglio. materiali sandwich CFRP-Syncore-CFRP anche a diverse temperature. Caratterizzazione a fatica di stringer in CFRP per uso aeronautico.

8.9 Tecniche sperimentali e loro integrazione
Responsabile dell'Unità di Ricerca del Progetto Strategico Regionale PS134, che ha avuto come obiettivo il miglioramento delle tecniche della meccanica sperimentale (analisi delle sollecitazioni e controlli non distruttivi) come supporto all'innovazione tecnologica. In particolare con le seguenti attività: studi e ricerche sulle tecniche di analisi delle sollecitazioni; ER: messa a punto di una procedura innovativa che rispondendo alle esigenze delle normative consenta la verifica dei carri ferroviari ER and X-Ray diffraction: messa a punto di procedure per l'uso di tecniche miste semidistruttive, che agiscano in superficie ed in profondità, per la misura delle tensioni residue in componenti industriali (strutture saldate, coatings etc.) Reflection Photoelasticity and Thermoelasticity: messa a punto di procedure ibride numerico-sperimentali per la determinazione delle tensioni principali in componenti industriali Tecniche ottiche moiré e speckle: ricerca sulle applicazioni in campo elettronico, biomedico e nanotecnologico studi e ricerche sulle tecniche di NDT; termografia all'infrarosso applicata ai pneumatici; ultrasuoni; magnetoscopia
Studi e ricerche sulle tecniche di controllo delle dimensioni e di imaging; Stereovisione applicata alle strutture biologiche Misurazione di precisione con tecniche ottiche sviluppo di una piattaforma multisensore;
Ho contributo allo sviluppo ed applicazione di tecniche ottiche per l'analisi di strutture aeronautiche

8.10 Monitoraggio e caratterizzazione dei giunti saldati da metodologie innovative (FSW, Laser, Ibrida)

Attività effettuata in stretta collaborazione con il gruppo di tecnologia. Si sono sviluppati nel mio gruppo le metodiche di controllo termografico della saldatura Friction Stir Welding, caratterizzando meccanicamente poi i giunti in titanio e analizzando gli stessi con vari controlli non distruttivi.
Ulteriore linea vede attivo il progetto CAMPUS Melfi sulla caratterizzazione in termini di integrità strutturale di saldature laser nel processo di lastratura di portiere.
Si applicano le tecniche sopra descritte per la caratterizzazione rapida del comportamento a fatica dei giunti saldati.
1 GENERAL INFORMATIONS
Name: Umberto Galietti
Date e and place of birth: 20/06/1967, Bari
Residence: Bari, Via Principe Amedeo 118 - 70122
Telephon: 080 2378001;
Mobile: 329 6206286
Military position: Not due
Civil Status: Married with two daughters


1.1 Actual position and Academic career
• Associate Professor in SSD ING-IND14 - “Machine Design” at Politecnico di Bari since 1st November 2002
• Lecturer in in SSD ING-IND14 - “Machine Design” at Politecnico di Bari starting 1st-April 1999 to 30th October 2002
• President of spinoff company Diagnostic Engineering Solutions srl since november 2010

1.2 Education

1981 - 1986 SCIENTIFIC HIGH SCHOOL “G. SALVEMINI” in Bari. Mark 55/60

1986 - 1993 POLITECNICO DI BARI. Master Degree in Mechanical Engineering. Final Mark: 110/110 cum LAUDE.
Final Project in Machine Design. Title “Stress Analysis of thin tubes with Thermoelastic Stress Analysis”.
Supervisors: Prof. Carmine Pappalettere - Politecnico di Bari;
Prof. Peter Stanley - University of Manchester (GB).

1993 – 1997 UNIVERSITÀ DI FIRENZE. PHD in Machine Design with a dissertation on: “Thermoelastic Stress Analysis: applications and improvements”.
Supervisors: Prof. P. Citti – Università di Firenze;
Prof. C. Pappalettere – Politecnico di Bari

1998 - 1999 POLITECNICO DI BARI. Post - Doc in Machine Design.
Subject: “Multiaxial Low Cycle Fatigue”.
Supervisor: Prof. C. Pappalettere

1994 Certificate di Proficiency in English “grade b” of University of Cambridge.


1.3 Abilitations and certifications
1994 – Abilitation to work as professional engineer

2013 – DEKRA Certificete for III level Non Destructive Testing Operator ISO9712 in the following techniques:
VT (Visual Testing), certificate n° CB-CND-A00220-13 del 27/11/2013
UT (Ultrasonic Testing), certificate DTC –CND-A 00206 del 30/3/2016
MT (Magnetic Particle Testing), certificate n° CB-CND-A00220-13 del 30/12/2013
PT (Liquid Penetrant Testing), certificate n° CB-CND-A00220-13 del 30/12/2013
ST (Strain Gauge Testing), certificate n° CB-CND-A00220-13 del 30/12/2013
IT (InfraRed Testing). certificate n° CB-CND-A00220-13 del 27/11/2013

1.4 Research activities in International and industrial groups
• Final project experimental activities at University of Manchester – UK. 4 months, 1992.
• Visiting PhD student to carry out research activities on “Thermoelastic Stress Analysis” at l’University of Manchester - UK. Duration 7 months, 1994.
• Research activities on “Development and application of Thermoelastic Stress Analysis” at FIAT Research Center SCpA (Orbassano – TO). Duration 12 months, 1995.
• Visiting researcher working on “Application of Thermoelastic Stress Analysis to Aeronautical Components in Composite Materials” at University of Sheffield - UK: Duration 8 months, 1998-1999. Activity went on during 1999 – 2000 with short visits.

1.5 Awards
a) 1998 - AEA Award: at the 11th Int. Conf. On Exp. Mechanics, 24 – 28 August 1998. Motivations: Outstanding work in experimental mechanics.
b) 2014 - Alenia Aermacchi Innovation Award 2014. Motivations: Development of an innovative thermographic system for Non Destructive Testing of composite materials for the measurements of resin pockets.
c) 2014 - Finmeccanica Innovation Award 2014. Motivations: Development of a reliable and innovative thermographic system for Non Destructive Testing of composite materials for the measurements of resin pockets.
d) 2015 – BEST PAPER AIAS AWARD 2015 (Associazione Italiana per l'Analisi delle Sollecitazioni) for the work: "Studio del comportamento a fatica di acciai inossidabili con metodi termici"
e) 2017 – SPIE Thermosense Best Paper Awards for best paper presented by students for the work: "Energetic approach based on IRT to assess plastic behaviour in CT specimens". Authors Rosa De Finis, Davide Palumbo, Francesco Ancona e Umberto Galietti. Anhaim California 9-13 aprile 2017


1.6 Affiliations
Member of “Ordine degli Ingegneri della provincia di Bari” since 1994. Registration number 4933
Member of Italian Association for Stress Analysis (AIAS) since 1995
Member of the Society of Automotive Engineering since July 2008
Member of the Italian Association for Tribology AIT since 2008
Member of the EUropean ASsociation for Experimental Mechanics since 2008
Member of the Italian Association for Non Destructive Testing (AIPND) since 2012.



2 INSTITUTIONAL ACTIVITIES

a) Member of Academic Senate 2012-2015
Officially involved in the following committee for the Senate:
i) Assessment of the applications for totally or partially funded Grant for research fellowships attribution.
ii) Assessment of Applications and attributions of research grants F.R.A.
iii) Assessment of Applications and attribuitions of rooms at College Italia in New York for Consortium H2CU.
b) Rector Delegate for International Relationships – Didactic area from July 2004 till 2008.
• Participated as a representative of the Politecnico di Bari at the "Marco Polo" project promoted by CRUI for the increase of the quota of Chinese students in Italy following which the Politecnico di Bari was included in the "Italian-Chinese Joint Campus "For joint delivery with Chinese Universities of a Engineering Study Degree.
• Participated as a representative of the Politecnico di Bari at the Institutional Mission in South Australia with the Head of the Regione Puglia for the opening of bilateral cooperation agreements with the Government and the South American University of Australia that were signed in 2008. The agreements Include joint research activities and exchanges of teachers and students funded in part by the two governments. The undersigned carries out all the activities of developing, managing and implementing these agreements both internally, with the co-ordination of the teachers concerned, both in the outskirts and in particular the Apulia Region, the South Australia Government and the Adelaide University.
• He was a member of the Joint Commission between the Politecnico di Bari and the University of Montenegro for the development, co-ordination and management of teaching and research collaboration between the two universities.
• He has represented the Politecnico in several European projects by curbing the writing and implementation (vd section 6.1).
• Appointed by the Municipality of Valenzano on designation of the Politecnico di Bari as a member of the Selection Committee for scholarships for internships abroad as part of the Leonardo "e.DA ISME" project as an expert in evaluating curricula. 2006.

c) Delegate to the Internationalization of Didactics and Research from July 2009 to December 2013.
Delegation conferred by Magnificent Rector Marzano and confirmed by the Magnificent Rector Constantino in 2009. Within the scope of the activities it was obtained the DS Label for Polytechnic of Bari in October 2010.
d) Chair of the ERASMUS Committee of the University. Established with Rectal Decree since 2008. Participates and chairs all commissions that deliver international mobility grants also in the Consortiums for LLP Placement Projects. From 01-06-2008 to 04-12-2013
e) Responsible for the Bologna Process of the Politecnico di Bari from 2011 to 2012.
f) Component of the Faculty Council for the three-year period 2003-2006
g) ERASMUS / SOCRATES Coordinator for the Mechanical Engineering of the Politecnico di Bari from 2001 to 2006.
h) Self-Assessment Committee Component for the Application of Law number 270 for CUC of Industrial Engineering of the I Faculty of Engineering, starting from April 2008 to 2010
i) Component of the Department's website committee from 2008 to 2012.


3 SCIENTIFIC ACTIVITY

For the degree of Mechanical Engineering, discussed the thesis with title: "Stress Analysis of thin tubes with Thermoelastic Technique", Supervisors Prof. Carmine Pappalettere of the Polytechnic of Bari and Prof. Peter Stanley of the University of Manchester ( GB). For the experimental activities of the thesis he spent a period of internship at the University of Manchester to use the thermoelastic technique of stress (differential thermography).

Following the thesis work he has participated and won a competition for research grant for abroad University - Area 9 Industrial Engineering appointed in 1993 by the Politecnico di Bari.

He was the winner of a PhD in the University of Florence. Ph.D. activities involved analysis, improvement and application of differential thermography technique - TSA - for stress analysis and involved active collaboration with facilities such as the University of Manchester (GB) and the FIAT Research Center SCpA (Orbassano - TO).

From July 1997 to 1998, he subsequently consulted the PASTIS - CNRSM SCpA Research Center of Mesagne (BR) on the standardization and pre-ordination activities under the Project Research "PARCO", within the MIUR intervention program for the realization of Scientific and Technological Parks in the South of Italy.

He was also the winner of a grant for post-doctoral research (DR 683 of 20/10/1997) from 6 March 1998 to 6 March 1999 at the Politecnico di Bari. The activities he carried out concerned low cycle fatigue.

He was coordinator of research activities in thermography of the following laboratories:
Laboratory of Experimental Mechanics of the University of Salento,
Laboratory of Experimental Mechanics of the Politecnico di Bari
Laboratoire de Mécanique et Génie Civil, Université Montpellier II (France);

He was a member of the UNI Thermography Workgroup for Non Destructive Controls from 1998 to 2006;

He is a referee of international journals and a member of the Scientific Committee of National and International Conferences (see section 6.3);

He has been a reference of the Department of Mechanical Engineering and Management of the Politecnico di Bari for the writing of Research Projects to be submitted pursuant to Law 297/99.

It has to be highlighted that, as a supporter of synergies between competences, he has proposed and determined numerous collaborations, at par with or with the role of scientific coordination, with Italian and foreign research institutes and institutes. Over the years he has also been active as a researcher and coordinator of research groups described below.

3.1 Direction or participation in the activities of a research group characterized by collaborations at international level

a) Member of supervised research group
Participation in the Experimental Mechanics Research Group coordinated by Prof. Pappalettere.
In the activities of the group I was involved as a component and not responsible for the projects mentioned in paragraph 3.3.

Participation in the research group of Prof. Stanley - Manchester School of Engineering (UK)
Research activities on "Thermoelastic Stress Analysis" at the University of Manchester - UK.
1994. Prof. Stanley's letter of reference and description activity is attached. Activities during the PhD.

Participation in research group - Fiat Research Center - Orbassano
Research activities on "Thermoelastic method development for stress relief" at
FIAT SCpA Research Center (Orbassano - TO). Duration 12 months. Activities during the PhD

Participation in research group Prof. Patterson at the University of Sheffield
Research activities on "Application of Thermoelastic Stress Analysis to Aeronautical Components in Composite Materials "at the University of Sheffield - UK: Duration eight months, 1998-1999. This Activity continued in the years 1999-2000 with short stays. Attach a reference letter and a description of Prof. Patterson's activities.

Coordinator and organizer of research activities on thermographic applications of the Experimental Mechanics Laboratories of the Polytechnic of Bari (Prof. C. Pappalettere) and of the University of Lecce (Prof. V. Dattoma) and of the Laboratoire de Mécanique et Génie Civil, University of Montpellier II (France - Prof. A. Chrysochoos) from 1999 to 2008. A reference letter is attached.


b) Direction of an independent research group.
As a result of the skills gained over the years, of an acquired autonomy and the reorganization of the research groups in the Department at the Department, in 2008 he proposed the establishment of the Laboratory of Structural Diagnostics and Thermal Methods for Experimental Mechanism approved by the Department in October 2009 with the resolution of the Department Council and of which the undersigned assumed the Scientific Responsibility. The constitution of the Laboratory is at the same time the birth of the autonomous research group coordinated and managed by the undersigned.

The group consisted of a large number of research grants funded on research projects (at least 10 years) and 10 atypical grants (totaling around 10 annually), always funded by research projects.
At present, in the group there are 3 students (XXX, and XXXII cycle - of which I am tutor - and XXXI cycle of which I am a co-tutor), 2 research fellows, in the group for years with research grants. One of the collaborators began his activities as a PhD student in the XXIV cycle and he is currently eligible for the role of the Associate Professor.

The scientific activities of Surface Engineering and expertise in coating characterization have been integrated into the TRIBOLAB of the DMMM.
The TRIBOLAB Laboratory is part of the TRASFORMA network, recently established at the Politecnico di Bari thanks to the financial support of the Puglia Region. The research field of the TriboLAB concerns the study of phenomena that occur at the interface of two contact bodies such as friction, water repellency, lubrication, and propagation of cracks. The TriboLAB is coordinated by Prof. Dr. Giuseppe Carbone. The research team consists of an associate professor, two structured researchers, two visiting scientists and two PhD students

Relevant collaborations for which there have been activities such as exchange of teachers/students, joint project submission, parallel research activities and publications (non-exhaustive list):
• Aeronautical Technological Institute (ITA) Brazil. Reference Prof. Margareth Silva. Exchange of PhD students and joint research
• University of Rio de Janeiro (Brazil). Reference Prof. Jaime Tupiassú. His student will be hosted in September 2017.
• University of Montpellier France, Prof. Chrysochoos, Prof. Watrisse. Numerous activities of visiting researcher and joint research.
• ULB (Free University of Brussels). Prof. Van Hemelrijck. Student exchange for experimental activities
• University of Basque Country (Bilbao Spain), Prof. Agustin Salazar. Student exchange for experimental activities
• CTAero (Spain), Pablo Venegas. Joint proposal of European projects
• Onerà (Paris - France), hosted as a visiting and joint research
• University of Southampton (UK), Student exchange and joint research
• University of Sheffield (UK), visiting researcher and joint research
• Fraunhofer Institute BAM (Berlin - Germany). Christiane Maierhofer. Exchange of PhD students and activities in round robin.
• University of Kobe (Japan), Prof. Sakagami. Proposed exchange projects in Italy and Japan for exchange of teaching and research activities.
• Dublin City University (Ireland). Exchange students and PhD students and joint research activities
• University of West Scotland (UK). Student exchange and joint research activities.
• Different research institutes and major Italian companies such as Bosch, Leonardo, Center for Materials Studies, FIAT Research Center, CNR ISSIA Bari, ENEA, CETMA, University of Salento, University of Palermo, University of Messina.



3.2 Contracts and research activities as a scientific responsible
a. Responsible for a Politecnico Research Unit of the project "Innovative Methodologies and Technologies for the Competitiveness of Production Processes" - CAMPUS MANUFACTURING - DM54668 - € 96,660.00, Industrial Partners: Fiat S.C.p.A Research Center, FCA Italy S.p.A. 01/03/2015-ongoing

b. Head of Research Unit at the Politecnico di Bari for the PON project: "Defects, Damages and Repair Techniques in Production Processes of Large Composite Structures" DITECO - PON03PE_00067_2 - € 140,209.14, Industrial Partners: Alenia Aermacchi, Enginsoft, Salver, Gse. From 01-07-2013 to today

c. Head of the DMMM Research Unit for the PON project "Innovative Solutions for Energy Efficiency in eDILizia - EFFEDIL - PON02_00323_2938699 - € 93,407.0, 10/07/2012-31/12/2015.

d. Responsible for the contract between DMMM and Bosch Centro Studi Componenti per Veicoli SpA, which deals with: "Mechanical characterization for fretting fatigue analysis of various metal alloys." € 25,000.00 22/01/2014-22/07/2014

e. Head of Politecnico Research Unit for OR1 of PON 2007-2013. Project code. PON01_02584. "Advanced Materials Development and Innovative Technologies". Acronym: SMATI. Headed by General Electric. € 714,000.00 for material characterization of fatigue and fracture also with accelerated thermal methods. From 01-09-2011 to 28-02-2015

f. Head of one of the Bari Politecnico Research Units on the regional strategic project with Apulia funding, with the head of the Polytechnic of Bari, PS134 "Research and Development of Methodologies for Experimental Mechanics and Structural Diagnostic" for about € 803,000.00. It should be noted that the activity of the scientific manager involves both the coordination of the Politecnico and the companies in partnership (MERMEC, SITEC, RFP, ELFIM). From 01-01-2007 to 31-12-2010

g. Head of the Research Unit of the Politecnico di Bari on the Regional Strategic Regional Project with Apulia funding, with leader ENEA, PS009 "Innovative functional coatings by electrodeposition techniques (RINNOVA)", leader of ENEA, for approximately € 323,000.00. It should be noted that the activity of the scientific manager involves both the coordination of the Politecnico research group and the companies in partnership (Studio Cirignaco, Dentalart, Goldent). From 01-01-2007 to 31-12-2010

h. Head of the Research Unit of the Politecnico di Bari of the Regional Strategic Project PS095 with Apulia funding, headed by the University of Salento, entitled "Innovative Materials and Methodologies for Renewable Energy Products". In particular, the Research Unit must carry out activities on "Structural Diagnostic on Wind Power Generators in Innovative Material" for an amount of approximately € 70,000.00. 1/10/2009-30/9/2012

i. Head of the Scientific Research Agreement of National Relevance "Young Researchers" from the Title "Analysis of thermal anomalies for the relief of structural defects in composite material" for an amount of € 6,145.83. 2003-2007.

j. Responsible for the Research Agreement between DIMEG and ALENIA for the characterization of composite material SYNCORE for an amount of € 105,000.00. Activities carried out from 2006 and ending in June 2008.

k. Responsible for the Research Agreement between DIMEG and ALENIA for the development of models and methodologies for rigging curved panels from current and representative large fuselage aircraft for an amount of € 100,000.00. Work completed.

l. Responsible for the research contract between DIMeG and MASTER SRL (Conversano - BA) "The automatic window" - study of materials: characterization and mechanical tests; Numerical simulations aimed at the design and verification of mechanical components. For an amount of € 30,000.00. Activities started in 2006 and currently in progress.

m. Responsible for the research contract between DIMeG and Analysa SRL (Cuneo) for the application of thermoelastic technique on components of Rapid Prototyping. Activities carried out during 2004 and 2005 for an amount of € 30,000.00.

n. Responsible for the research contract with the Centro LASER SCpA for "Supporting the definition of the laser power station that the Laser Center has to acquire to complete the pilot cutting plant and consulting in the installation and characterization of Micrometric and precision cutting and auxiliary processes to be implemented on the station in question "for an amount of € 25,200.00. Work completed

o. Responsible for the Research Agreement between DIMeG and CETMA SCpA (Mesagne - BR) on the development of non-destructive thermographic control methods on reinforced composite structures. Activities carried out from 2004 to 2006 for an amount of € 24,000.00

b) Responsible of the 2003 Research Funds (FRA - Ex 60%) "Developing numerical-experimental procedures for destructive thermal and thermoelastic destruction of composite and welded joints" for a total of € 6,961.02. 2003

c) Responsible for contracts between DIMeG and Isottafraschini SpA (Modugno - BA) during the period 2004-2005 for non - destructive checks with large - scale engine thermal design for a total amount of approximately € 6,000.00.

d) DIMeG and RFP (Modugno - BA) Contract Manager for "Tactile Resistance and Tensile Tensile Trial Proofs on 5 Fixed Tires with TAP-RAP Products" and "Presentation in Microsoft Power Point" For an amount of about € 600.00


3.3 Research activities carried out as component of a research group
It is also included in several research contracts of the Department of Mechanical Engineering and Management (former Department of Design and Industrial Production) of the Politecnico di Bari. Below are the main research contracts in recent years where he contributed as a Component of the research group.


 PON02_00576_3333585 MASSIME - Innovative (wired and wireless) mechatronic security systems for railway, aerospace and robotic applications. Actuator subject MEDIS Regional District of Mechanics s.c.a.r.l. In the research team of Prof. Mangialardi for thermoelastic and vibrational analysis on railway components. For the activities, the group could benefit from € 50,000. Activities Ended in 2015
 Contract with CALEF Contractor from the Subject: "Immersion Hydrofoil Project" for € 24,000.00 (2006-2007)
 Contract with CALEF contractor from the subject: "SINAVE project: Innovative system of intermodal transport based on the use of fast ships" for € 99,600.00 (2005-2007)
 Regional Exploration Project PE044- "Framework Program Agreement on" Scientific Research "in the Apulia Region - Resolution CIPE n..17/03 and 20/04 with the subject" Implementation of a numerical / experimental model of the lumbosacral tract Of the vertebral column for the diagnosis and treatment of painful degenerative diseases "for an amount of 170,000.00 (2007-2008)
 Exploratory Project PE_095- "Framework Program Agreement on" Scientific Research "in the Region of Apulia - Resolution CIPE n..17/03 and 20/05 with the subject:" Study of the physical and chemical properties of new biodegradable materials- Compostable in film for food use and not "for an amount of 138,200.00 (2007-2008)
 Regional Strategic Project PS_014- "Framework Agreement on Scientific Research in the Apulia Region - Objective" Innovative Technology for Surface Treatments and Surface Finishes of Mechanical Tools and Components (TITRiS) "for € 280,000.00 (2006 -2010)
 Regional Project 3.13 for SITEC Melpha Laser with the subject: "Prototype Development and Implementation of a Phase Differential Interferometric System for Automatic Parallel Block Block Control - ATS" for € 124,000.00 (2005-2007)
 National Operational Program 2000-2006 n297 for the Regions Objective 1 "Scientific Research, Technological Development, Higher Education with the subject:" Titanium Titanium IBRID Welding Process Demonstrator "Prot. MIUR 10519 for an amount of 820,000.00 (2003 -2007)
 National Research Program 2005: Development and application of numerical-experimental hybrid procedures based on optical techniques for the characterization of innovative materials for industrial and biomedical use for € 85,000.00 (2005-2007)
 Research Agreement on behalf of MERLINO TECHNOLOGY SRL with the subject: "Smart Black Box for new security targets" for € 64,800.00 (2007)
 Research Agreement on behalf of Alenia Aeronautica with the subject: "Evaluation and characterization of compounds obtained from T800" dry tow locating "resins 977-2" fiber preforms for an amount of € 150,000.00 (2005-2006)
 Research Agreement on behalf of Alenia Aeronautica with the object: "Selection and experimentation of test methods to characterize the mechanical cutting properties in the innovative composite material plan with 2D fiber reinforced fiber braiding and matrix" for an amount Of € 55,000.00 (2005-2006)
 Research Agreement on behalf of Alenia Aeronautica with the subject: "Study and evaluation of experimental techniques and procedures: loading setup construction" for € 59,000.00 (2005-2006)
 Research Agreement on behalf of Alenia Aeronautica within Research L.297 "SONIC SUPERFICI REF. ASPT / T051 / VP / MC / 0093/06 of 15/06/2006 with the subject: "Mechanical tests on mono stringer" for € 150,000.00 (2005-2006)


3.4 Detailed description of the research
The research activities carried out in these years are characterized by the development and improvement of various experimental techniques both in the fatigue and mechanics of fracture and in stress analysis and in structural diagnostics. Much attention has been paid to both basic research, with real innovations on the use of different measurement and analysis techniques, and applied research, often in synergy with companies.
The activity is characterized by the experimental character of the laboratory and sees the numerical analysis play an important synergistic role and almost always the real support of the experimental activity.
Section 8 in this curriculum describes the research activities carried out over the years, identified by topic.



4 TEACHING ACTIVITY

The skills gained in carrying out the scientific activities of the undersigned led at first to proposition and then to the activation in 2005 of a new course in the Master Degree of Mechanical Engineering (LS / LM): Structural Diagnostics. The undersigned has been curating since then the contents and the teaching that provides much of the practical work done by the students in the lab. Although not compulsory the course has always been one of the most followed of the curriculum lessons on average by about forty of the postgrad students.

4.1 Teaching activities in Italian Universities
I. Main Teaching assignment from the academic year 2014-2015 to the present: Mechanical Design II (6 CFU – module of Mechanics II Design and Machine Construction - LM - Mechanical Engineering); Structural Diagnostics (6 CFU - LM - Mechanical Engineering)

II. Main Teaching assignment from the academic year 2010-2011 to the AA 2013-2014: Mechanical Design II and Machine Construction (12 CFU - LM - Mechanical Engineering)

III. Internship in the Laboratory Diagnostics Laboratory for Mechanical Engineering Students L3. AA 2012-2013; 2013-2014; And 2014-2015 for 20 students per year.

IV. Main Teaching assignment from the academic year 2005-2006 to the AA 2010-2011: Principles and Methodologies of Mechanical Design (6 CFU - LS - Mechanical Engineering – Ist Faculty of Engineering); Structural Diagnostics (6 CFU - LS - Mechanical Engineering – Ist Faculty of Engineering); Elements of Structural Diagnostics (3 CFU - LS - Mechanical Engineering - Ist Faculty of Engineering)

V. Assigned course of the “Land Vehicle Construction” Course for AA 2006-2007 and 2007-2008 (6 CFU - LS - Mechanical Engineering – Ist Faculty of Engineering)

VI. Assigned Course for Mechanical Design I for AA 2005-2006 (6 CFU - L3 - Mechanical Engineering – Ist Faculty of Engineering)

VII. Main Teaching assignment assigned for academic years 2002-2003, 2003-2004 and 2004-2005: Principles and Methodologies of Mechanical Design (Mechanical Engineering Old Ordination - Ist Faculty of Engineering).

VIII. Assignment of “Finite Element Methods” Course for AA 2000-2001 and 2001-2002. (Mechanical Engineering Old Ordination – Ist Faculty of Engineering).

IX. A 24-hour course on Experiment Design for the Mechanical Engineering Ph.D. AA 2002-2003

X. Workshops on Specific Subjects and Exercises during the Experimental Mechanics of the Mechanical Engineering Course at the 1st Faculty of Engineering of the Polytechnic of Bari From the AA 1993-1994 to 2007-2008.

XI. Seminar activities on specific topics and exercises during the Experimental Mechanics of the Mechanical Engineering Course at the 2nd Faculty of Engineering of the Politecnico di Bari AA 2004-2005.

XII. Seminar activities on specific topics and exercises during the Mechanical Mechanical Measurements and Testing of the Mechanical Engineering Course at the 1st Faculty of Engineering of the Politecnico di Bari AA 1999-2000; 2000-2001; 2001-2002

XIII. Seminar work on specific topics and exercises during Assisted Design of Mechanical Structures of the Mechanical Engineering Course at the 1st Faculty of Engineering of the Politecnico di Bari From the AA 1993-1994 to 1999-2000

XIV. Seminars on specific topics and exercises during the Principles and Methodologies of Mechanical Design of the Mechanical Engineering Course at the 1st Faculty of Engineering of the Polytechnic of Bari From the AA 1993-1994 to 2002.

XV. Seminar activities on specific topics and exercises in the Experimental Mechanics Course of the Degree Course in Materials Engineering at the University of Lecce AA 1996-1997; 1997-1998; 1998-1999;

XVI. Seminar activities on specific topics and exercises in the Course of Construction of Machines of the Degree Course in Materials Engineering at the University of Lecce AA 1996-1997; 1997-1998; 1998-1999

XVII. Seminar work on specific topics and exercises in the Industrial Engineering Design Course of the Degree Course in Materials Engineering at the University of Lecce AA 1996-1997; 1997-1998; 1998-1999; 1999-2000

XVIII. Seminar activities on specific topics and exercises Reliability and safety of mechanical constructions for the Diploma of Logistics and Industrial Production at the University of Lecce - headquarters in Brindisi. AA 1999-2000 (15 hours)


4.2 Supervision activities
a) Supervisor of over 100 Master Thesis in Mechanical Engineering (VO, LS, LM)
b) Co-supervisor of two Degree theses in Materials Engineering at the University of Lecce (VO)
c) Co-supervisor of over 50 Master Thesis in Mechanical Engineering (VO, LS, LM)
d) Tutor for the Politecnico di Bari of over 50 training and orientation trainees with multiple companies in the national and European territory

4.3 Participation to PhD Councils and supervision activities
Partecipation at PhD courses council
e) BARI Polytechnic. Title in "Machines" Academic Year of Initiation: 2000 - Cycle: XVI
f) BARI Polytechnic. Title in "Machines" Starting academic year: 2001 - Cycle: XVI
g) BARI Polytechnic. Title in "Mechanical and Biomechanical Design" XX cycle 2004.
h) BARI Polytechnic. Title in "Mechanical and Biomechanical Design" of the Politecnico di Bari XXI cycle 2005. Co-tutor of 2 PhD students who have given up 1 year. From 01-11-2005 to 30-10-2008
i) BARI Polytechnic. Title in: "MECHANICAL AND BIOMECHANICAL DESIGN" Academic start year: 2006 - Cycle: XXII - Duration: 3 years
j) BARI Polytechnic. Title in "MECHANICAL AND BIOMECHANICAL DESIGN" Academic start year: 2007 - Cycle: XXIII - Duration: 3 years
k) BARI Polytechnic. Title in: "MECHANICAL AND BIOMECHANICAL DESIGN" Starting academic year: 2009 - Cycle: XXV - Duration: 3 years
l) BARI Polytechnic. Title in "MECHANICAL ENGINEERING" Academic Year of Initiation: 2010 - Cycle: XXVI - Duration: 3 years
m) BARI Polytechnic. Title in: "MECHANICAL AND MANAGEMENT ENGINEERING" Academic start year: 2011 - Cycle: XXVII - Duration: 3 years
n) BARI Polytechnic. Title in: "MECHANICAL AND MANAGEMENT ENGINEERING" Academic start year: 2012 - Cycle: XXVIII - Duration: 3 years

Supervision activities
a. Supervisor of the PhD Leonardo Spagnolo, XVI cycle, who got the title with the thesis: "THERMOGRAPHIC TECHNIQUES FOR NON-DISTRIBUTIVE CONTROLS AND STRUCTURAL INDAGNATIONS"
b. Supervisor of the Doctorate Damiano Modugno, XX cycle, who obtained the thesis "Thermoelastic Technique of Solicitations"
c. Co-supervisor of 2 doctoral students in the "Mechanical and Biomechanical Design" of the Polytechnic of Bari XXI cycle 2005 who have given up after 1 year
d. Supervisor of the PhF Davide Palumbo of the PhD in "ADVANCED PRODUCTION SYSTEMS" of the Polytechnic of Bari - XXIV Cycle Title obtained with a thesis "Thermal Methods for the Analysis of Stress and Non-Destructive Controls"
e. Supervisor of the Ph.D. student De Finis Rosa. Ph.D. in "Mechanical and Management Engineering" of the Politecnico di Bari - XXX cycle - 2014
f. Supervisor of the Ph.D. student Tamborrino Rosanna. Ph.D. in "Mechanical and Management Engineering" of the Politecnico di Bari - XXXI cycle - 2015
g. Supervisor of the Ph.D. student D'Accari Ester. Ph.D. in "Mechanical and Management Engineering" of the Politecnico di Bari - XXXII cycle - 2016

Various activities related to the doctorate
a) External Referee for the French part (University of Montpellier II) of the assessment Committee for the final Ph.D. examination at the University of Salento.
b) Lecturing a course in a PhD course in Mechanical Engineering at the Politecnico di Bari XVII cycle. Course for students of16th, 17th and 18th Cycles. Course in Design of Experiment and Robust Design for 24 hours total
c) Referee for the XXVI cycle for the Doctoral School in Earth Sciences and Environmental Dynamics - Earth Sciences. Supervise a thesis titled "modeling of pre-industrial ceramic thermological behaviors as a functional analysis tool through an experimental numerical study". Candidate Ignazio Allegretta.

4.4 Participation in examination commissions
From the engagement as a researcher, he was a member of the Profit Board of Profit of the following disciplines undergraduate degree in Old Ordinance, Bachelor's Degree and Specialized Degree in Mechanical Engineering:
• Principles and Methodologies of Mechanical Design
• Experimental Mechanics
• Assisted Design of Mechanical Structures,
• Thermal and Mechanical Measurements and Testing
• Structural Diagnostics
• Elements of Structural Diagnostic
• Mechanical Design I
• Mechanical Design II and Machine Construction

He has also participated in the following commissions in charge of the Mechanical Engineering Diploma (Teledidactic)
• Mechanical Behavior of Materials
• Construction of Machines of mechanical components
• Measurements and Industrial Instruments


4.5 Academic activities abroad
He has been demonstrating and tutoring (10 hours) in the Experimental Mechanics Lab at the University of Sheffield. 1998

5 TECHNOLOGICAL TRANFERT ACTIVITIES

5.1 Patents and industrial designs
1. Patent: EP3014255 - MODULAR DEVICE FOR STRUCTURAL DIAGNOSTICS OF VARIOUS MATERIALS AND STRUCTURES, USING THERMOGRAPHIC TECHNIQUES BASED ON MULTIPLE EXCITATIONS. From 27-06-2014 to today
2. Italian patent 0001418263; Demand RM2013A000384; Device title for measurement of blood flow, and its system. From 18-09-2015 to today
3. Italian Patent: 0001418261: application RM2013A000381 modular device for structural diagnostics of various materials and structures, using thermographic techniques with multiple excitations. From 18-09-2015 to today
4. Designer of Industrial Design T 010374430 from 03-03-2016 to today
5. European Patent 16180916.5-1557. Proprietario Leonardo SpA Title: Method and system of non-destructive thermographic inspection for the detection and measurement of volumetric defects in composite structures. From 22-07-2016 to today

5.2 Spinoff
Founder and Chairman of the Boards of Spin Off Diagnostic Engineering Solutions Ltd. (DES - http://www.desinnovation.com/) - active since November 2010.
DES is a spin off company of the Bari Polytechnic specializing in experimental mechanics and structural diagnostics. Its mission is to transfer technology from the University to the Industry of Innovative Solutions for Structural Diagnosis using non-destructive techniques.
It designs and develops advanced diagnostic systems for structural component analysis and process monitoring. The proposed solutions are the result of over 20 years of research and experimentation in Structural Diagnostic Laboratories and they are applied in standard hardware and software products, and in customized systems for non-destructive testing, stress analysis, optimization and Process monitoring.
It develops innovative technologies that integrate existing equipment into the market by perfecting the results of the monitoring. In particular DES is distinguished by the application of thermal methods.
The company has 8 employees, 6 external collaborators, two offices - Bari and Cogliate (MB) - among the customers we include (Leonardo's, Lamborghini, Dallara, Vestas, Brembo, AVIO, ENEA, various Universities).

As part of the technology transfer activities carried out with the spinoff, the following are the following:
a) Establishment of the Apuliamech Consortium for the Internationalization of Consortium Companies (the writer is the Vice Chairman of the BoD). Winner of the competition for consortia of Puglia Sviluppo for the Internationalization of Enterprises.
b) Project PON H2020 SisterCheck admitted to funding. € 400,000 project for the development of a non-destructive monitoring and deflection system of components obtained from the AFP process. Pending the signature of an act of compelling.
c) Co-ordinator of 32 Match Up companies in Confindustria - http://www.confindustria.babt.it/index.php in Confindustria Bari-BAT from March 2016 to February 2017.
d) Establishment of a business network for the implementation of Industry 4.0 solutions, NET4INDUSTRY

5.3 Interaction between spinoff and institutional research activities
As indicated in the previous paragraph, spinoff was born to finalize the research activities carried out in the laboratories of the Polytechnic of Bari. Innovative pieces of equipment, software and customized systems that have been developed and placed on the market.
However, interaction between companies and universities is on both ways. The intensive industrial activities developed by DES have allowed the activities of the Laboratory and the research group to be known and appreciated in large companies so that they are involved in the laboratory in the basic research conscious that the results can be directly industrialized in continuity. The involvement of the research group in some major projects occurred after the supply of equipment by DES.
The process has just begun and is bringing companies such as Dallara, Lamborghini, Leonardo, Brembo, De Longhi and many others to consider the possibility of research contracts with the University on important but still with low TRL subject/solutions from an industrial point of view.
From the academic point of view, continuous industrial feedback and the efforts to propose innovative solutions enable the research group to evolve and finalize its activities. The evolution of the writer's publications in recent years and the recognition of several prizes are the result of the autonomous research group's organization and, on the other hand, to have important industrial references.
Spinoff's chairmanship, albeit very demanding, was accompanied by greater engagement in academic activities, and in a virtuous way it allowed a strong growth of the group and its activities.


5.4 Participation in normative and prenormative activitie
a) He was a member of the UN "Non Destructive Testing" Commission - "Thermography" Working Group, from 1998 to 2006.
b) He was commissioned by the PASTIS-CNRSM SCpA Research Authority, with a co-ordinated and continuous collaborative contract for participation in prenormative study commissions and for experimental activities for the "Characterization and Certification of Materials".

5.5 Didactic Activities for Graduates
c) Lecturing a course on material fatigue by Bosch in 2015 - 24-hour (Bari)
d) Consair (Alenia Pomigliano D'arco) Lecturing a Certified II level course EN4179 for non-destructive operator of InfraRed Thermography in aeronautics EN4179 (2015)
e) Lecturing a a 32 Hour Course on Design of Experiment and Robust Design by Bosch in 2010 (Bari)
f) Lecturing in AA 2007-08 for Total Quality Managment SRL a Design of Experiment course at Bosch's Modugno (BA) plant for 24 hours
g) Lecturing a course on Non Destructive Controls at the Isottafraschini plant in Modugno (BA) 24 hours in 2009

h) Lecturing a in AAS 2004-2005 of teaching modules at CETMA (Mesagne, BR) under MAVET (Advanced Modules for Collective Transport Vectors) and MITRAS:
i) Teaching Unit: 'NDT Techniques'. 14-hour
j) Teching Unit: "statistical processing of experimental data". 14-hour
k) Lecturing in 2003 for the Quality Solution SRL of a course of "Statistical Process Control and Problem Solving Techniques" at the 24 Hours Taranto Military Arsenal.
l) Lecturing in the AA 2002-2003 under the Master "TEPRA" of an "Experimental Mechanics" module (14 hours) on: "Non-Destructive Tester Detection Techniques"
m) Appointment of the University of Lecce under the Master of "Innovative Materials and Technologies" for the teaching of "Non-Destructive Tensile Tensile Techniques" and "laboratory on Photoelectric Technique". May 2000.
n) Lecturer in the training activities of various projects PON: PON SMATI - Bari Polytechnic (2014-2015) PON MASSIME - Polytechnic of Bari (2014-2015) Solar II - University of Salento PS 134 Experimental Mechanics - 2008-2009 - Politecnico di Bari


5.6 Scientific Dissemination (third mission)
As an example of the dissemination activities, salient examples of the last five years are reported
1. Component of the Scientific Committee for Reliability and Technologies (2014) - Turin

2. Organization of the Session "Thermal Methods for the Qualification of Materials and Products" in AeT April 2016

3. Participation in numerous thematic workshops and organization of sessions in conferences related to exhibitions such as the last year:

a. Aerospace Day AIPnD - "Non Destructive Controls in Aerospace Applications" – Pratica di Mare, Pomezia (RM) - September 21, 2016 with the work "Innovative Thermographic Methods for the CND and the Qualification of Aeronautical Materials and Components"
b. Conference "Non-Destructive Diagnostics and Testing: Technologies and Skills for the Reliability of Structures, Plants and Vehicles, in Accordance with the Regulatory and Legislative Scenario", organized by IIS - Italian Institute of Welding, in collaboration with AIPND (Associazione Italiana Non Destructive Teesting). October 13, 2016 at IIS in Genoa. Work title "Thermomechanical analysis of welded steel joints".
c. Organizer of a Workshop on "Innovation and Non-Destructive Control Standards". Limbiate 28 October 2016. Presented a work: "Thermal Methods for the Qualification of Products and Materials"
d. Invited Speaker to the Bari Automotive Summer School Conference organized by Bosch on 22 and 23 September 2016. Work presented:"Thermal methods for mechanical characterization of materials and automotive components control and qualification"
e. Speaker at the Conference "Aeronautical Composites" organized by CETMA in COMPOTEC International Composite Workshop and Related Technologies on April 7, 2016 with the work "Non destructive controls: the possibilities offered by new techniques for the aeronautical sector"
4. Publication of dissemination articles in technical journals such as Composite Magazine


6 OTHER APPOINTED DUTIES AND COMPETENCES

6.1 Appointments for participation in European projects
a) participated in the Leonardo da Vinci project EU-NEXT project at the request of the President of the University of Bordeaux for specific merits; The project in partnership with the Politecnico di Bari, completed in 2007, provides for the creation of a transnational network of experts in professional mobility.
b) Has participated as a representative of the Politecnico di Bari in the following projects:
• Tempus Meda Morocco JEP 31197-2003 for the definition of the "genie industrielle" curriculum in engineering schools.
• Tempus Meda Algeria JEP-32111-2004 for the development of a professional integration and enhancement system for SMEs

c) He has been appointed by the Politecnico di Bari, as an expert in public and international relations, of study and analysis activities under the SIRIO - PON 2000-2006 Project, measure 3.5, CUP J72C07000030005, headed by the University of Bari. 2008.
d) He has been appointed by the Politecnico di Bari, within the ARIANNA Project (CUP J92E0700010005 - PON 2000-2006 "Scientific Research, Technological Development, Higher Education"), to co-operate with the Measurement Manager for Coordination of Orientation Activity with Teachers Senior Leadership Leaders, June 2008.
e) He has been commissioned by the Polytechnic of Bari under the ARIANNA Project (CUP J92E0700010005 - PON 2000-2006 "Scientific Research, Technological Development, High Education"), to work with the Measuring Manager for the "Quality Assurance" And effectiveness of orientation ". June 2008

6.2 Activities in Scientific Associative Organizations
a) Elected to the Board of Directors of the Italian Association for the Stress Analysis (AIAS) in the Periods 2003-2007 and 2007-2010, and nominated in the Board of Directors as the secretary of the Association for the period 2003-2007.
b) EURASEM - European Association for Experimental Mechanics - Technical Chair in Thermography. From July 2006 to July 2010
c) EURASEM - European Association for Experimental Mechanics - Board member from July 2012 to July 2016
d) AIPND - Italian Association of Non Destructive Testing - Scientific Council. Periods September 2014-September 2016 and September 2012- September 2014


6.3 Other engagements
a) Referee for international journals such as:
• Strain
• Infrared physics and technology
• The Journal of Strain Analysis for Engineering Design;
• Journal of Optics A: Pure and Applied Optics;
• Measurement Science and Technology;
• Journal of Micromechanics and Microengineering;
• Fatigue and Fracture of Engineering Materials & Structure;
• Journal of Physics D: Applied Physics (J. Phys. D)
b) Faculty Advisor for the PolibaCORSE team and participation in the international "SAE" competition since 2006. Two 3rd prizes and a 1st prize in class 3 - Design
c) Member of the Scientific Committee and Chair of several National and International Conferences:
• SC in 4th International Conference on Modern Practise in Stress and Vibration Analysis, 2000, University of Nottingham
• SC in a number of AIAS National Conferences (2005, 2006, 2007, 2008, 2010)
• SC in ICEM13: International Conference on Experimental Mechanics – July 2007 Alexandropulis
• SC in ICEM14: International Conference on Experimental Mechanics – July 2010 Poitiers
• Chairman of session of Thermomechanics 2 - Photomechanics 2011 – Brussels
• SC in Photomechanics 2011 - An International Conference on full field measurement techniques – Brussels
• Chairman and session organizer: Thermal methods for composite materials in ECCM15 - European Conference on Composite Material – Venezia, July 2012
• SC in ICEM15 - 15th International Conference on Experimental Mechanics: Experimental Mechanics New trends and Perspective luglio 2012, Porto
• SC in Photomechanics 2013 - International conference on full-field measurement techniques and their applications in experimental solid mechanics – Montpellier
• SC in Photomechanics 2015 - International conference on full-field measurement techniques and their applications in experimental solid mechanics – Delft
• SC in 14th International Conference on Fracture - Rhodes, Greece, June 18-23, 2017
• SC in BSSM’s 12th International Conference on Advances in Experimental Mechanics, to be held at The University of Sheffield, in South Yorkshire, UK, from 29th - 31st August 2017
d) Member of the Organizing Committee of XXXII AIAS National Conference, Salerno 2003
e) Component of the Organizing Committee of ICEM12 International Conference on Experimental Mechanics, Bari, August 31 - September 2, 2004.


8 Description of the research activities

The topics developed over these 25 years of activity have been characterized by a variety of interests that have led to publications and projects in multiple areas of the ING-IND/14 Disciplinary Sector.
The following description does not intend to be exhaustive but a guide through the real outputs of research that are the publications, research projects and technology transfer described previously in this curriculum.
The research activities carried out in recent years are characterized by the development and improvement of various experimental techniques both in fatigue and fracture characterization of materials as well as stress analysis and structural diagnostic. Much attention has been paid to both basic research, with real innovations on the use of different measurement and analysis techniques, and applied research, often in synergy with companies. The activity is pertinent to the laboratory experimental character and sees numerical analysis to play a synergistic role and almost always as a real support for experimental activity.
The description is summary and not exhaustive. All the research carried out has been imagined and carried on by making clear that the ultimate purpose must be the possibilities of its industrial use.
The feedback from the industrial success of the spinoff allowed to orientate that part of the research that deals with making technology mature to the real industrial interest. The curiosity of opening new ways of basic research remains strong.
The construction of the Laboratory of Structural Diagnostics and Thermal Methods for Experimental Mechanics required energy and constant development for the acquisition of equipment and management funds and definition of the research group and (and not secondary) the development of appropriate skills. The scientific and organizational autonomy that followed, after an intensive preparatory work period (2008-2010), it has led to a sharp improvement in the finalization of publications with a strong growing trend.


8.1 Fatigue
Activity on fatigue characterization has evolved over time by following collaborations and research projects. Originally framed in collaboration with the FIAT SCpA Research Center of Orbassano (TO) and subject to a postgraduate degree, the activity was able to evolve thanks to projects with Bosch and especially PON SMATI, which featured a characterization of a large number of materials both in terms of fatigue and fracture.

Particularly in the analysis of the mechanical behavior of fatigued materials, it has:
 developed thermal analysis methods of fatigue behavior
 analyzed aspects related to the use of computational codes in oligocyclic fatigue,
 Made assessments of the local deformation method for predicting fatigue life
 Studied on the use of incremental cyclic plasticity models for prediction of multi-axial oligocyclic fatigue life.

Test methodologies based on the use of acoustic microscopy for the study of the nucleus and propagation of the crack have also been developed.

Much work has been done in determining the mechanical properties of materials subjected to fatigue loads with thermography, coordinating the activities of the experimental mechanics laboratories of the Polytechnic of Bari, the University of Salento and the Laboratoire de Mécanique et Génie Civil, Université Montpellier II.
In recent years the activity of rapid fatigue characterization with thermal methods has been very intense. In addition to the application and improvement of the temperature-based method, a synergic but more robust method of temperature analysis is being proposed (unique in the international landscape), i.e. Thermoelastic Phase Analysis.
The method proposed by my group is rapidly evolving by including energy-based methodologies based on thermoelastic technique or determining the 2 behavior of the thermoelastic signal.
In addition to the classic steels (there are 12 innovative alloys within the PON SMATI project), the methodologies are also applied to composite materials and finally to components.
My group also implemented a fully automatic methodology for determining the KIC and the Paris curve during CTOD test based on thermoelasticity.
The potential of thermoelastic methodology on components is linked to the incredible time-saving potential, making economical and practicable fatigue characterization of real components and their monitoring.
The activity is recognized at national and international level as demonstrated by recent awards.


8.2 Application and development of thermographic techniques
Stress Analysis

Over the years he has used and developed techniques and procedures for stress analysis using Thermoelastic Stress Analysis (TSA).
In particular: Basic applications on simple industrial application components. Applications on automotive component analysis in collaboration with various industries (FIAT Research Center, RFP, FERGOM, OM-PIMESPO); Developing methodologies for separating the principal stresses and measuring and processing methods of signal and data; Development of photo-thermoelastic mixed techniques for determining the state of stress and / or deformation of homogeneous or composite components. Application of TSA on composite material components.
The laminated stress/strain state was analyzed in collaboration with the University of Palermo (with a proposal for thermoelastic calibration solution for these materials) and for other aspects with Foggia ALENIA. An innovative ad hoc test procedure has been developed.
Moreover it has been development a procedure for the fast analysis of prototype obtained by rapid prototyping procedures with thermoelastic techniques. It was developed a new data analysis techniques for the greater industrialization of the technique, for the use of thermographic and thermoelastic mixed technique for the characterization of composite materials, in collaboration with ALENIA. Development of thermography, thermoelastic and extensimetric testing and analysis procedures for the analysis of the fatigue behavior of welded joints
Applications and the development of innovative methods for the characterization of materials are outlined in the previous paragraph

Non Destructive Testing
In the field of simple thermography there are many researches currently underway. They relate, for example, to the use of thermography for: detection and quantification of defects in composite materials (partly financed by a nationally-researched research contract) involving analyzes using numerical-experimental hybrid methods and artificial intelligence techniques. Part of these activities have been the subject of a contract with Mesagne (BR) CETMA, in particular for the application of these cement-reinforced composite reinforcement processes.
The procedures and algorithms developed by my group allow faster analysis and greater signal to noise ratio. Particular attention was paid to both test methods (pulsed lockin etc) and thermal excitation methods (laser, induction, microwave, etc.). Innovative analysis of stepped thermography (gradient analysis and R2) are currently proposed to the academic community and provide better results than similar techniques.
The development of new techniques is continuing in PON DITECO projects, CAMPUS MELFI in collaboration with Leonardo (Alenia), CNR, Unidental, ENEA, FIAT Research Cente


Process Monitoring
Use of industrial thermography in collaboration with OSRAM SUD for the development of non-destructive process control processes with particular reference to residual stress that develop in glass components during hot forming. Also comparative structural analysis of tire patches for and on behalf of RFP - Modugno (BA) was carried out as well as the use of thermography for process maintenance and optimization, in collaboration with Bridgestone and SKF of Modugno (BA).
Experimentation and analysis for the validation of numerical models of hydroforming processes and development of test procedures and analysis of results for the non-destructive evaluation of the structural integrity of carbon-based aeronautics using thermal diffusion were also exploited.

8.3 Application and development of photoelastic techniques
The research lines concerning photoelastivity involved different applications such as: the development of an automatic polariscopy capable of integrated photoelastic analysis for the analysis of residual stresses of glass components. The research was carried out on behalf of OSRAM SUD SpA;
Analysis on Rapid Prototyping Materials (PR) for the evaluation of the possibility of using PR for the creation of models for photoelasticity for stress freezing and the development and application of reflection techniques on industrial components in particular with the association of thermoelastic stress-solving technique to provide the distribution of the major deformations.

8.4 Biomechanics
Research in the field of biomechanics concerned: Characterization of artificial skins in collaboration with PASTIS-CNRSM; Photoelastic technique of endosseous implants and endocanalar pins with respect to the dental field. Research has recently been resumed. Moirè interferometry analysis of deformations generated by the steel contact - polymeric cushion of a knee prosthesis at various levels of wear. The use of optical techniques for the analysis of the state of arterial walls. Analysis of finite elements of femoral fixators and virtual training procedures of surgeons. The latter in collaboration activities with the Dublin City University.
Important activity in collaboration with Clinical Santa Maria in Dr. Simone has brought a patent on a pressure-measuring device that is wearable and comfortable since it is based on the analysis of the pletosismographic curve.
Also important is the development of an electromechanical device for ventricular support for those with heart problems.


8.5 Residual stress and surface engineering
The main activity in this field is the analysis of various thin film deposition processes for component coating. In particular: Procedures for deformation monitoring with extensimetric techniques during the process have been developed and consequent minimization of residual stresses.
The activity, in collaboration with the ENEA of Mesagne (BR), has provided very interesting results that have led to several publications. The activities under the TITRIS Strategic Project have been further developed by deformation monitoring methods using optical techniques during the deposition process with RF Sputtering. As part of the project, coating characterization in terms of adhesion and wear resistance and comparison of optical results with extensimetric method are performed. Within the framework of the Strategic Project "RINNOVA", with the lead of ENEA, in which the undersigned coordinated the activity of the research group of the Politecnico di Bari,for the evaluation of the best electrodeposition processes for the dental and orthopedic application of coatings under a point of view of adhesion, tribological and friction coefficient in an aggressive environment.
The coatings derived from oxy-fuel plasma spray techniques were analyzed and residual stresses were determined by the hole drilling strain gauge rosette method for the determination of optimal deposition parameters. In addition, tests were carried out for the residual stress analysis on laser welded aluminum panels on behalf of the Laser Center.
A new impetus for coating behavior analysis was determined by the PON SMATI project, which included a realization goal for determining adhesion capacity, adhesion status control, and surface characterization in terms of tribological characteristics.
The PON EFFEDIL project also gave impetus to the analysis of both adhesion and properties for building materials coatings. The characterization carried out, though on typical civil engineering materials, used typical methods and methods of non-destructive controls and tribology.
In 2014, the team's equipment and expertise in this specific field was made available to TriboLab, which is part of a network of TRASFORMA labs. The laboratory sees the scientific coordination of Prof. Carbone

8.6 Applicazioni di Design of Experiment e Robust Design
here have been many applications of these experiment design methodology. Description of the most noteworthy activities follows: assessment of significant factor analysis in thickness measurement tests with α-step equipment and thin film adhesion measurements for laser mirrors; analysis and characterization of a spring for the tightening of the pump body (in collaboration with the FIAT Research Center in Valenzano -BA). Application of the DOE for the control of the operation of a diesel injection pump, in collaboration with Bosch Sistemi Frenanti SpA of Modugno (BA) Application for the control of the influence of the test parameters on the determination of displacements off the plane with moiré shadow technique with different equations (activities in collaboration with British Airbus)
All the researches carried out in recent years use standard statistical techniques for experiment planning and statistical analysis of results.

8.7 Design validation, Design and Optimization
Development of industrial applications of Welded joints Testing Techniques developed at the Politecnico di Bari, which led to results publications and effective collaboration with companies such as JCB (UK) and OM PIMESPO. Particularly, field strength analysis methods are being developed such as Thermoelastic Stress Analysis, which provide the local stress assessment near the welding toe.
Design and development of automatic windows on behalf of MASTER SRL and Design and experimental characterization of the thermal and structural behavior of a "black box" box for the car data survey for the purpose of reconstructing incidents involving Merlino Technology are other example of activities in this area as well as design and development of laser power station and development of methods for the evaluation of cutting quality. Coordination of the Politecnico di Bari.
Group of the work carried out under the CALEF - SINAVE contract for the numerical design of a fast trimaran and its optimization with topological methods. Development of models and methodologies for curved panel curves stiffened by current and representative fuselages of large On behalf of Alenia.
In the field of purely didactic activities of degree thesis activities, research on design and optimization was carried out with traditional methodologies or using finite elements codes of different components / systems. For example: spot welded joints, motor mounts; Counter platform for aerial platforms; Welded point components; Design of finite elements of welded spot-plate panels for naval applications; Design of a hydroforming press; Design and optimization of a machine for the assembly of tires patches.

8.8 Mechanical characterization of traditional and innovative materials
Analysis of the behavior of composite specimens with strain gauges embedded in the structure Coordinating activities of mechanical characterization works especially of composite materials mainly within research projects with ALENIA: knitted fabrics of type braided in various conditions with particular reference to cutting behavior. Sandwich materials CFRP-Syncore-CFRP even at different temperatures. Striking CFRP fatigue characterization for aeronautical use.

8.9 Experimental techniques and their integration
Responsible of the PS134 Regional Strategic Project Research Unit, that had the aim to improve the techniques of experimental mechanics (non-destructive stress and non-destructive testing) as a support to technological innovation. In particular there were carried out the following activities: studies and research on stress analysis techniques; the development of an innovative procedure that meets the requirements of the regulations allows for ER and X-Ray diffraction rail tests: the development of procedures for the use of semi-destructive, surface-to-depth techniques, For the measurement of residual stresses in industrial components (welded structures, coatings, etc.) Reflection Photoelasticity and Thermoelasticity: tuning of numerical-experimental hybrid procedures for determining principal stresses in industrial components Moire and speckle optical techniques: Electronic, biomedical and nanotechnology field studies and research on NDT techniques; Infra-red thermography applied to tires; ultrasound; magnetoscopy
Studies and research on dimensional and imaging control techniques; Stereovision applied to biological structures Precision measurement with optical techniques development of a multisensor platform;
He has contributed to the development and application of optical techniques for the analysis of aeronautical structures


8.10 Monitoring and characterization of joints welded by innovative methodologies (FSW, Laser, Hybrid)
Activities carried out in close collaboration with the technology group. My group has developed the Friction Stir Welding welding thermographic control methods, mechanically characterizing the titanium joints and analyzing them with various non-destructive controls.
A further line sees the CAMPUS Melfi project on the characterization in terms of structural integrity of laser welding in the door assembly process.
The techniques described above for the rapid characterization of the fatigue behavior of welded joints apply.