Amministrazione

Scannerizza il codice QR per recuperare i contatti del personale.

Giuseppe Pascazio

Qualifica:
Professori Ordinari
SSD:
ING-IND/06
Telefono:
+390805963221
Fax:
Email:
Indirizzo e-mail
Struttura di appartenenza:

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2016/2017

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
TERMOFLUIDODINAMICAINGEGNERIA DEI SISTEMI AEROSPAZIALIcomune
FLUIDODINAMICAINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)MECCANICA
FLUIDODINAMICA DELLE MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)AERONAUTICO
TIROCINIINGEGNERIA DEI SISTEMI AEROSPAZIALIcomune

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2015/2016

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
FLUIDODINAMICAINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)MECCANICA
FLUIDODINAMICA DELLE MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)AERONAUTICO
FLUIDODINAMICAINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)INDUSTRIALE
TERMOFLUIDODINAMICAINGEGNERIA DEI SISTEMI AEROSPAZIALIcomune

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2014/2015

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
FLUIDODINAMICAINGEGNERIA GESTIONALE (D.M.270/04)comune
FLUIDODINAMICAINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)MECCANICA
FLUIDODINAMICA DELLE MACCHINEINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)AERONAUTICO

Orario di Ricevimento

GiornoOra inizioOra fineLuogo
Lunedì 10:00 13:00Sede di Bari. Sezione Macchine ed Energetica del DMMM
Note:
Giovedì 15:00 17:00Sede di Bari. Sezione Macchine ed Energetica del DMMM
Note:
Martedì 09:30 11:30Sede di Taranto.
Note:
Mercoledì 11:30 13:30Sede di Taranto
Note:
Giuseppe Pascazio ha conseguito la laurea in Ingegneria Meccanica il 6 aprile 1989 presso l'Università degli Studi di Bari. Nell'anno accademico 1990-91 ha frequentato il Diploma Course in Fluid Dynamics presso il von Kàrmàn Institute for Fluid Dynamics di Bruxelles conseguendo il Diploma with honours. Ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Ingegneria delle Macchine il 20 luglio 1993 e ha successivamente vinto una borsa di studio post-dottorato per il biennio 1994-95 per lo svolgimento di attività di ricerca da svolgere presso il Politecnico di Bari. Vincitore del concorso di ricercatore universitario per il gruppo di discipline I04 (Macchine e sistemi propulsivi) presso la Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari, ha preso servizio il 13 dicembre 1995 optando per il settore scientifico disciplinare I04B (Macchine a fluido). Ottenuta l'idoneità di seconda fascia presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Udine per il SSD I04B, è stato chiamato dalla I Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari e ha preso servizio il 1° ottobre 2000. È risultato idoneo nella procedura di valutazione comparativa per la copertura di un posto di professore ordinario per il settore scientifico disciplinare ING-IND/08 “Macchine a fluido”, presso la I Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari, presso cui ha preso servizio nel Dicembre 2003. A partire da aprile 2012, a conclusione di un bando di mobilità interna, è professore ordinario nel settore scientifico disciplinare ING-IND/06 “Fluidodinamica”.
Ha insegnato vari corsi nei settori delle macchine a fluido e della fluidodinamica presso il Politecnico di Bari (Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale, in Ingegneria Meccanica e in Ingegneria dei Sistemi Aerospaziali) e del Master in Fluidodinamica per la ricerca e le applicazioni industriali, presso il CRS4 di Cagliari.
È stato coordinatore del Dottorato di Ingegneria delle Macchine (per i cicli XXIII, XXIV e XXV), del Dottorato in Ingegneria Meccanica (per il XXVI ciclo) e del Dottorato in Ingegneria Meccanica e Gestionale (cicli XXVII, XXVIII, XXIX e XXX) del Politecnico di Bari. Per il triennio 2015-18 è componente del Senato Accademico del Politecnico di Bari e Coordinatore del Corso di Laurea in Ingegneria dei Sistemi Aerospaziali.
Ha pubblicato circa 160 articoli scientifici di cui circa settanta su riviste internazionali o capitoli di libro. Ha partecipato tra il 1990 e il 1996 a due successivi progetti di ricerca (Brite/EURAM AERO-2037-C e AER2-CT-0040), finanziati dalla Comunità Europea, che hanno visto la collaborazione con Università e centri di ricerca europei (von Kàrmàn Institue for Fluid Dynamics, Free University of Brussels, Dutch Center for Mathematics and Computer Science, Technical University of Denmark e Swedish Royal Institute of Technology) e con partner industriali (Alenia, Aerospatiale, British Aerospace, Dassault, Deutsche Aerospace e Fokker). Ha collaborato al programma Tempus “Engineering curricula development and improvement in the energy field”, finanziato dalla Comunità Europea nel periodo 15.12.1997-31.05.2001 per lo sviluppo e il miglioramento dei corsi di Macchine ed Energetica presso il Politecnico di Tirana. Il progetto è stato condotto in collaborazione con il Politecnico di Atene (NTUA) e con l'Università di Limerick (Irlanda). Nell'ambito dei progetti di rilevante interesse nazionale (ex MURST 40%), ha partecipato a quattro diversi progetti (Cofin99, 01, 03, 04). Ha partecipato alle attività del progetto PrInCE (Processi Innovativi per la Conversione dell’Energia – PONa3_00372), finanziato nell'ambito del PON Ricerca e Competitività 2007-13, ed è stato responsabile del relativo progetto di formazione, F-PrInCE. Partecipa in qualità di group leader all'attività del Centro di Eccellenza di Meccanica Computazionale del Politecnico di Bari, finanziato dal MIUR (CofinLab2000).
Svolge attività di referee per numerose riviste internazionali.
Giuseppe Pascazio graduated in Mechanical Engineering at Università degli Studi di Bari in 1989. In 1991 he completed with honours the Post graduate Diploma course in Turbomachinery at the von Karman Institute in Bruxelles. He received a Ph.D. in Mechanical Engineering at Politecnico di Bari in 1993 and during the period 1994-95 he carried out a post-doctoral research activity at the same University. In 1995 he became assistant professor at Politecnico di Bari and, then, associate professor in 2000. In 2003 he became full professor at the same University. He has taught courses in the Colleges of Mechanical Engineering, Industrial Engineering, and Aerospace Engineering Systems at Politecnico di Bari and in the Master Fluid Dynamics for research and industrial applications of the CRS4 in Cagliari. From 2010 to 2015 he has been chairman of the Ph.D. program in Mechanical Engineering and Management of Politecnico di Bari. From October 2015 he is member of the Academic Senate of Politecnico di Bari and Director of the first level degree program in Aerospace Engineering Systems.
He is co-author of about 160 scientific papers, about seventy being published either on international journals or as book chapters.
His research activity concerns the development of models and computational methods for fluid dynamics, including: numerical methods for compressible and incompressible flows, supersonic and hypersonic problems, turbomachinery, combustion modeling, fluid-structure interaction problems.
From 1990 to 1996, he has been involved in two research projects, Brite/EURAM AERO-2037-C e AER2-CT-0040, supported by the European Community, with the participation of European Universities and Research Centers (von Kàrmàn Institue for Fluid Dynamics, Free University of Brussels, Dutch Center for Mathematics and Computer Science, Technical University of Denmark e Swedish Royal Institute of Technology) and industries (Alenia, Aerospatiale, British Aerospace, Dassault, Deutsche Aerospace e Fokker). He collaborated to the Tempus Programme "Engineering curricula development and improvement in the energy field", supported by the European Community in the period 15.12.1997-31.05.2001, aimed at the improvement of the Energy Curriculum at the Technical University of Tirana; the project involved also the National Technical University of Athens (NTUA) and the University of Limerick (Ireland). Within the context of PRIN programs supported by MIUR, he has been involved in several projects (Cofin99, 01, 03, 04) and he participates as group leader to the research activity of the "Centro di Eccellenza di Meccanica Computazionale" at Politecnico di Bari, supported by MIUR (CofinLab2000).
He is referee of several international journals.