Form di ricerca

Amministrazione

Scannerizza il codice QR per recuperare i contatti del personale.

Marco Torresi

Qualifica:
Professori Associati
SSD:
ING-IND/08
Telefono:
+390805963577
Fax:
Email:
Indirizzo e-mail
Struttura di appartenenza:

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2016/2017

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
MACCHINE ED ENERGETICAINGEGNERIA ELETTRICA (D.M. 270/04)comune

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2015/2016

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
MACCHINE ED ENERGETICAINGEGNERIA ELETTRICA (D.M. 270/04)comune

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2014/2015

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
DIDATTICA DELLE MACCHINE IDRAULICHE E PNEUMOFORE, CON ELEMENTI DI AUTOMAZIONE A FLUIDODiscipline meccaniche e tecnologiacomune
MACCHINE ED ENERGETICAINGEGNERIA ELETTRICA (D.M. 270/04)comune

Orario di Ricevimento

GiornoOra inizioOra fineLuogo
Lunedì 09:00 11:00Ufficio del Prof. Torresi
Note:
Giovedì 15:30 17:30Ufficio del Prof. Torresi
Note:
Marco Torresi è nato a Roma (RM) il 21 gennaio 1973. Ha conseguito la Laurea in Ingegneria Meccanica nel 2001 presso il Politecnico di Bari. Abilitato all’esercizio della professione di Ingegnere, risulta iscritto all’Albo dell’Ordine degli Ing. di Bari dal 2003. Dal 2011 è associato di tipo Tecnologico all'INFN.
Ha stipulato un Co.Co.Co. con ANSALDO CALDAIE S.p.A. (01/06/2002 – 31/07/2002). È stato assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Gestionale (DIMeG), attuale Dipartimento di Meccanica Matematica e Management (DMMM) del Politecnico di Bari nel biennio 01/08/2002 - 31/07/2004. Ha stipulato un Co.Co.Co. con il DIMeG al fine di svolgere un’attività di “Simulazione tridimensionale di combustioni di turbine a gas con tecniche RANS” (03/08/2004 – 30/11/2004). In data 27 novembre 2004, è risultato vincitore della procedura di valutazione comparativa per la copertura di un posto di ricercatore universitario a tempo indeterminato per il Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/08 (Macchine a Fluido) presso la I Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari e ha preso servizio il 3 gennaio 2005 afferendo successivamente al DIMeG. Ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Ingegneria Meccanica (XVIII ciclo) il 13 aprile 2007. Ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale di seconda fascia nella tornata 2013 nel settore concorsuale 09/C1 Macchine e Sistemi per l’Energia e l’Ambiente. Dal primo settembre 2018 è professore associato in Macchine a Fluido (ING-IND/08) presso il DMMM del Politecnico di Bari.
Dall’A.A. 2012-13 è docente di Macchine ed Energetica per il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica. Dall’A.A. 2017-18 è docente del modulo di Sistemi Energetici I nell’esame integrato Sistemi Energetici I e Macchine a fluido I per il corso di Laurea in Ingegneria Meccanica. Nel corso dell’A.A. 2017-18, è stato docente del modulo di Tecnologie per le Energie Rinnovabili nell’esame integrato Tecnologie per le Energie Rinnovabili e Centrali Termiche. Dall’A.A. 2010-11 a quello 2011-12 è stato docente del modulo di Sistemi Energetici nell’esame integrato Fisica Tecnica e Sistemi Energetici per il corso di Laurea di Ingegneria Gestionale. Dall’A.A. 2006-07 a quello 2009-10 è stato docente del corso di Meccanica e Macchine per il corso di Laurea di Ingegneria dell’Automazione. Nel corso dell’A.A. 2006-07, è stato docente dell’unità didattica “Impianti Cogenerativi” inserita nel Master di II livello in “Energy Management” organizzato dal Politecnico di Bari. Nel corso degli anni accademici 2010-2011 e 2011-2012, è stato docente delle unità didattiche “Termodinamica” e “Sistemi Eolici” inserita nel Master di II livello “Energia, Territorio e Ambiente” META organizzato dal Politecnico di Bari. Nel corso dell’anno accademico 2011-2012, è stato docente di “Metodi CFD” nell’ambito del progetto di Formazione Textra presso il CETMA. Negli Anni Accademici 2008-2009 e 2009-2010 è stato docente del corso di Energie Alternative presso la II Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari. Nell’Anno Accademico 2009-2010 è stato docente del corso di Sistemi Energetici I presso la sede di Foggia della I Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari.
Coopera attivamente all'interno del Laboratorio Pubblico-Privato istituito tra Politecnico di Bari e AVIO AERO denominato EFB (Energy Factory Bari) dedicandosi in particolar modo alla progettazione termofluidodinamica di turbomacchine e sistemi di scambio termico.
E’ responsabile del Laboratorio Pubblico-Privato istituito tra Politecnico di Bari e Centro Combustione e Ambiente denominato ETF (Energy Transition to the Future).
E’ componente di diversi gruppi di ricerca all’interno di progetti cofinanziati sia a livello regionale che a livello Nazionale. Tra questi si ricordano:
- il progetto di ricerca: “MARINE ENERGY LABORATORY (MEL)” nell’ambito del PON03 - Creazione di nuovi Distretti e/o nuove aggregazioni pubblico-private;
- il progetto di ricerca: “PROCESSI INNOVATIVI PER LA CONVERSIONE DELL’ENERGIA (PrInCE)” all’interno del PON - RICERCA E COMPETITIVITÀ 2007-2013, ASSE I, OBIETTIVO OPERATIVO 4.1.1.4, I AZIONE;
- il progetto di ricerca: “SMART ENERGY BOXES (SEB)” all’interno del PON 2007-2013 Avviso 713/Ric.;
- il progetto di ricerca: “TECNOLOGIE INNOVATIVE PER RIDUZIONE EMISSIONI, CONSUMI E COSTI OPERATIVI DI MOTORI HEAVY DUTY (INNOVHEAD)” all’interno del PON 2007-2013 Avviso 713/Ric.;
- il progetto di ricerca coordinato dal Prof. Fortunato: “METODOLOGIE INNOVATIVE PER IL CONTROLLO, L'ANALISI E LA DIAGNOSTICA NEI PROCESSI DI COMBUSTIONE NEI SISTEMI DI CONVERSIONE DELL'ENERGIA” all’interno del Programma Nazionale per la Ricerca 2005-2007;
- il progetto “SVILUPPO DI UN BRUCIATORE INNOVATIVO LOW-NOX IN REGIME DI COMBUSTIONE MILD” finanziato all’interno dell’Accordo di Programma Quadro (2005) in materia di ricerca scientifica nella Regione Puglia – Progetti esplorativi.
L’attività scientifica svolta spazia su diversi filoni di ricerca, tra cui si ricordano: a) analisi teorico-numerica-sperimentale di impianti innovativi per la conversione dell’energia del moto ondoso; b) analisi teorico-numerica-sperimentale di turbine eoliche; c) studio sperimentale e numerico sia di bruciatori di tipo convenzionale (in particolare alimentati a polverino di carbone) che di quelli operanti in regime di combustione diluita; d) studio di macchine idrauliche operatrici e motrici con particolare attenzione verso le PaT e le macchine operanti con flussi multifase.
Per quanto concerne il filone di ricerca sull’energia del moto ondoso, è stato studiato un impianto di tipo OWC (Oscillating Water Column) di tipo innovativo caratterizzato dalla possibilità di sfruttare il fenomeno della risonanza per incrementare l’assorbimento dell’energia del moto ondoso. In particolare è stata affrontata la problematica della progettazione della turbina Wells ed è stato formulato un criterio di dimensionamento della turbina finalizzato alla massima produzione di energia meccanica. Lo studio della turbina è affrontato soprattutto mediante un approccio di CFD e questo ha portato alla pubblicazione di vari articoli nei quali vengono affrontati aspetti diversi della dinamica della turbina. Uno studio teorico basato sul metodo del disco attuatore ha inoltre consentito di evidenziare come l’interferenza tra le pale della turbina in schiera influenza la dinamica del flusso favorendo l’innesco della separazione del flusso in punta alla pala piuttosto che alla radice. Per un migliore sfruttamento delle potenzialità dell’analisi numerica è stato realizzato un prototipo di turbina Wells ad alta solidità inserito all’interno di un banco prova appositamente allestito.
Nell’ambito dell’attività di ricerca sulle turbine eoliche, è stata allestita, in collaborazione con il gruppo di ricerca coordinato del Prof. Fortunato, la galleria del vento sub-sonica all’interno della quale testare prototipi in scala di turbine eoliche. In particolar modo, l’attività di ricerca ha riguardato lo studio delle prestazioni e del campo di moto relativo a turbine eoliche ad asse verticale sia del tipo Darrieus che del tipo Savonius sfruttando codici commerciali di simulazione fluidodinamica. Attualmente, l’attenzione è volta anche alla progettazione fluidodinamica, mediante modelli teorici semplici, delle pale per turbine eoliche ad asse orizzontale e alla conseguente verifica delle prestazioni mediante simulazioni con codici CFD.
Nell’ambito dell’attività di ricerca sperimentale sulla combustione, è stato messo in funzione il laboratorio per lo studio della combustione diluita detta anche MILD. Tale tipo di combustione è caratterizzato da temperature di fiamma mediamente più basse rispetto ai sistemi tradizionali, bassa formazione di ossidi di azoto, fiamma non visibile e assenza di rumore. Tale attività è stata affiancata da analisi di tipo numerico di bruciatori industriali nell’ambito dello sviluppo del bruciatore policombustibile (gas, olio, polverino di carbone) biaria HELE. Nello svolgimento delle analisi di tipo numerico si è passati gradualmente da un modello bidimensionale (ipotizzando di essere in condizioni di assial-simmetria sia geometrica che fluidodinamica), a un modello tridimensionale dettagliato del bruciatore. Il grado di dettaglio con cui è stato realizzato il modello è abbastanza spinto.
Nell’ambito della collaborazione con il CCA, è stato affrontato il problema della scelta della migliore configurazione da assegnare al gomito presente sulla linea di alimentazione del polverino di carbone subito a monte del bruciatore policombustibile. E’ stata condotta una analisi di tipo numerico al fine di valutare la distribuzione del polverino di carbone all’ingresso del bruciatore. Si sono condotti anche studi sulla distribuzione del flusso attraverso i banchi delle caldaie a recupero.
Nell’ambito delle turbomacchine idrauliche, a seguito della collaborazione con Nuovo Pignone Bari e alla contemporanea realizzazione di un banco prova a circuito chiuso e pressurizzato per test di macchine idrauliche operatrici e motrici fino a 460kW, da qualche anno ha intrapreso una nuova attività per il miglioramento delle prestazioni delle pompe centrifughe, che ha portato alla sottomissione di un brevetto per una nuova girante a doppio flusso. Inoltre studia l'utilizzo delle pompe a flusso operanti come macchine motrici (PAT – Pump As Turbine). Particolare attenzione è dedicata anche alle macchine operanti con fluidi multifase.
Marco Torresi was born in Rome (RM) on January 21st 1973. He graduated in Mechanical Engineering in 2001 from Polytechnic University of Bari and he has got his PhD degree in Mechanical Engineering in 2007. He is registered to the national register of accredited engineers in Bari since 2003. He stipulated a Co.Co.Co. with Ansaldo Caldaie in 2002. He was a research fellow at DIMeG in the years 2002-04. He signed a Co.Co.Co. with DIMeG to perform 3D simulations of gas turbine burners in 2004. He was a Professor Assistant of Fluid Machinery (ING-IND/08) at DIMeG from January 3rd 2005 up to August 31st 2018 at Polytechnic University of Bari. From September 1st 2018 he is an Associate Professor in the same University. He is an INFN Technological Associate since 2011. In 2014 he obtained the Italian National Scientific Habilitation as Associate Professor.
He taught Mechanics and Machines (2006-10), was professor of "cogeneration plants" in Master in "Energy Management" organized by the Polytechnic University of Bari since 2011, and taught 2 modules in the Master META organized by the Polytechnic University of Bari. He taught Alternative Energy from 2008 to 2010 at the Polytechnic University of Bari (Taranto), and Energy Systems in the academic year 2009-10 at the Polytechnic University of Bari (Foggia). From 2010 up to 2012 he taught Energy Systems within the integrated course Engineering Thermodynamics and Energy Systems. Since 2012 he teaches Fluid Machinery and Energy Systems. From 2017 he teaches Energy Systems I within the integrated course of Energy Systems I and Fluid Machinary I Engineering. From 2012 I teaches Fluid Machinery and Energy Systems.
His research activity is mainly focused on the following topics: a) theoretical, numerical, and experimental analysis of innovative plant for wave energy conversion; b) theoretical, numerical, and experimental analysis of wind turbines; c) numerical and experimental study on diluted combustion; d) study of hydraulic turbomachinery with particular attention to the PaT and the machines operating with multiphase flows.
Since his undergraduate studies, his research activity has been focused on the design of self-rectifying Wells turbines to be coupled with innovative OWC (Oscillating Water Column) devices, which aim to increase the energy absorption by means resonance. The numerical activity has been focused on the simulation of the Wells turbine behavior under a continuously variable reciprocating flow due to the action of the sea waves. For a better understanding of the numerical results, an experimental activity is currently carried out. Particularly, a prototype of a high solidity Wells turbine has been developed and tested on a suited test rig.
Concerning the research activity on wind turbines, in collaboration with the research team coordinated by Prof. Fortunato, a sub-sonic wind tunnel was built, in which tests of small scale wind turbines are carried out. In particular, the research concerns the study of performance of vertical axis wind turbines of the Darrieus and Savonius types, by means of commercial computational fluid dynamics code. Currently, the attention is focused also on the fluid dynamic design of Horizontal Axis Wind Turbine HAWT, by means of simple theoretical models, and the subsequent performance testing using CFD simulations.
Concerning the experimental activity on diluted combustion, the design of an experimental rig in order to characterize the MILD combustion regime has been carried out. The aim of this work is to understand under which inlet condition of dilution and temperature the MILD combustion regime can be realized and stabilized and to understand its basic chemical and physical phenomena. This kind of combustion is characterized by: lower flame temperature compared to traditional systems, due to the high level of dilution, which doesn’t participate to the combustion and decrease the adiabatic flame temperature; low level of NOx formation; invisible flame (flameless); noise reduction. To improve the flame stability, an innovative burner has been designed on purpose. The rig is remotely controlled by a PC. The experimental activity is carried out together with the numerical simulation of industrial burners within the development of the HELE poly-fuel burner (gas, oil, pulverized coal).
The fluid-dynamic characterization of a pulverized coal feeding system of an industrial burner for a power plant has been also carried out. In particular, the analysis was focused on the design of the elbow at the burner inlet. Three different configuration where studied and compared. The 3D analyses were conducted by means of the Discrete Phase Model implemented in the CFD code. The Rosin-Rammler expression has been used as a convenient representation of the particle size distribution of the pulverized coal.
Concerning the hydraulic turbomachinery, due to the collaboration with Nuovo Pignone Bari and the simultaneous construction of a pressurized closed-loop test bench for testing hydraulic turbomachines, in the last few years he was involved in a new activity for improving the performance of centrifugal pumps, which led to the submission of a patent for a new double-suction impeller. He also studies the use of pumps operating as driving machines (PAT - Pump As Turbine). Particular attention he also dedicated to machines operating with multi-phase fluids.