Dipartimenti e Sedi

Scannerizza il codice QR per recuperare i contatti del personale.

Antonio Donato Lippolis

Qualifica:
Professori Ordinari
SSD:
ING-IND/08
Telefono:
+390805963224
Fax:
Email:
Indirizzo e-mail
Struttura di appartenenza:

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2016/2017

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
OLEODINAMICA E PNEUMATICAINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)INDUSTRIALE

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2015/2016

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
OLEODINAMICA E PNEUMATICAINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)INDUSTRIALE

Elenco insegnamenti per l'anno accademico 2014/2015

Denominazione Insegnamento Corso di Studi Percorso
MACCHINE A FLUIDO II E SISTEMI ENERGETICI IIINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)INDUSTRIALE
OLEODINAMICA E PNEUMATICAINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)INDUSTRIALE
SISTEMI ENERGETICI I E MACCHINE A FLUIDO IINGEGNERIA MECCANICA (D.M. 270/04)INDUSTRIALE - TARANTO

Orario di Ricevimento

GiornoOra inizioOra fineLuogo
Lunedì 11:30 13:30Mio ufficio a Taranto
Note:
Giovedì 14:30 16:30Mio ufficio a Taranto
Note:
Nato a Gioia del Colle (Bari) il 19 giugno 1955.
° Il 27 febbraio 1981 ha conseguito la laurea in Ingegneria Meccanica presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Bari con lode.
° Il 28 Ottobre 1983 ha preso servizio quale Ricercatore Universitario, per il gruppo di discipline n.126 (I materia: Centrali termiche), presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Bari e dal 28/10/1986 è stato confermato.
° Ha partecipato al concorso nazionale a posti di professore universitario di seconda fascia per il gruppo di discipline I042 -"Macchine e centrali termiche" risultandone vincitore ed ha preso servizio l' 1/11/1992 presso la facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari quale titolare della cattedra di "Meccanica delle Macchine e Macchine" (Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica).
° Dal 1.3.2002 è Professore Straordinario e dal 1.3.2005 Professore Ordinario di Macchine a Fluido (S.S.D. ING-IND/08) presso la Facoltà di Ingegneria di Taranto del Politecnico di Bari
Nel corso della sua carriera di docente ha insegnato per titolarità e per supplenza svariati corsi quali: Gasdinamica, Macchine, Calcolo numerico con elementi di Statistica, Meccanica Applicata alle Macchine, Oleodinamica e Pneumatica, Automazione a Fluido, Simulazione degli Impianti Motori.
È stato relatore di oltre 100 Tesi di Laurea delle quali circa 45 di Ricerca.
È stato membro del Collegio dei Docenti dei Dottorati in "Ingegneria delle Macchine" e "Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio" ed è stato tutor di 6 dottorandi.
È stato presidente del "Consiglio Unificato di Classe in Ingegneria Industriale" e Direttore del "Dipartimento di Ingegneria dell'Ambiente e per lo Sviluppo Sostenibile" del Politecnico di Bari.
Nell’anno 1984 il prof. Lippolis è stato, con una borsa di studio del CNR, presso l’Università di Cincinnati dove ha collaborato con il compianto prof. R.T. Davis. Negli anni 1985 e 1986 ha collaborato con il prof. Gino Moretti presso il Politecnico di New York. Negli anni 1989-90, vincitore di una borsa di studio NATO junior, è stato presso il Politecnico della Virginia dove ha collaborato con il prof. Grossman.
Per quanto riguarda l'attività di ricerca, il prof. Lippolis si è dedicato soprattutto a temi inerenti il settore delle "Macchine", dell' “Oleodinamica", della "Fluidodinamica numerica" e della "Trasmissione del calore" trattando i seguenti argomenti:
A) EQUAZIONI DIFFERENZIALI ALLE DERIVATE PARZIALI DI TIPO PARABOLICO.
Per la risoluzione di queste equazioni ha ideato dei nuovi metodi numerici che, mediante l'uso di polinomi interpolatori di tipo spline, permettono di raggiungere un elevato ordine di accuratezza.
B) CALCOLO DI FLUSSI POTENZIALI MEDIANTE IL METODO DEI PANNELLI.
Il prof. Lippolis ha utilizzato la metodologia in varie applicazioni, fra i contributi più originali apportati alla metodologia sono da citare l'applicazione del metodo alle schiere di pale, l'utilizzazione di polinomi spline ad elevato ordine di accuratezza, e l'applicazione del metodo al caso di geometrie complesse.
C) CALCOLO DI FLUSSI POTENZIALI MEDIANTE TRASFORMAZIONI CONFORMI.
Il prof. Lippolis, in collaborazione con il compianto Prof. R.T. Davis ha sviluppato una originale trasformazione conforme del tipo Schwarz-Christoffel per generare griglie ortogonali e per il calcolo di flussi potenziali, relativamente a flussi con incidenza intorno a profili simmetrici e non, ed al caso di schiere di pale.
D) SIMULAZIONE TEORICA DEL CICLO DI PICCOLI COMPRESSORI ALTERNATIVI.
Il prof. Lippolis ha condotto uno studio approfondito sulla simulazione teorica del ciclo di piccoli compressori alternativi per cicli frigoriferi, dedicandosi soprattutto alla messa a punto di un modello teorico-numerico per la simulazione del flusso attraverso le valvole automatiche.
E) CALCOLO DI FLUSSI TRANSONICI MEDIANTE LA METODOLOGIA LAMBDA.
Il prof. Lippolis si è dedicato, anche, allo studio dei flussi transonici non viscosi mediante la metodologia "lambda" che discretizza le equazioni di Eulero scritte in variabili bicaratteristiche mediante differenze finite di tipo "upwind", così da associare la semplicità di codifica tipica dei metodi alle differenze finite all'accuratezza dei metodi delle caratteristiche. I contributi più originali alla metodologia consistono in una tecnica di shock-fitting, che permette di individuare l'urto in maniera esatta, ed in una tecnica Multigrid al fine di rendere sempre più veloci ed efficienti i codici di calcolo.
F) CALCOLO DI FLUSSI VISCOSI
Si è dedicato allo studio dei flussi viscosi usando griglie non strutturate triangolari che ben si adattano alle geometrie complesse ma che pongono notevoli problemi a livello di codifica dei codici di calcolo e di occupazione di memoria; problemi che sono stati brillantemente risolti con un metodo di risoluzione diretta del sistema risolvente.
G) STUDIO DELLO SCAMBIO TERMICO
Pur non facendo parte dell'attività principale di ricerca, per esigenze finalizzate ad altre ricerche, in varie occasioni ha affrontato studi teorici sullo scambio termico che hanno portato all'analisi dei sistemi per la schermatura delle emissioni nel campo dell'infrarosso, alla formulazione di nuovi metodi numerici ad elevato ordine di accuratezza, alla proposizione di formule originali per lo scambio termico in piccole cavità di aria.
H) TELERISCALDAMENTO
Il prof. Lippolis ha partecipato alla stesura dell’attuale Piano Energetico Regionale della Regione Puglia interessandosi delle Problematiche relative al Teleriscaldamento dimostrando che anche nelle regioni a clima temperato o caldo esso può condurre a notevoli benefici specie se accoppiato con il Teleraffrescamento, ciò in contrasto con quelle che sono le convinzioni diffuse.
I) STUDIO DI IMPIANTI E COMPONENTI OLEODINAMICI
Dal 1993 il Prof. Lippolis si è dedicato allo studio e alla ricerca nel settore dell'oleodinamica. Tre possono essere considerati i principali filoni di ricerca:
1)Analisi dinamica di valvole e sistemi oleodinamici;
2)Analisi mediante codici CFD del flusso all'interno di valvole;
3)Ideazione e sperimentazione di nuove tecniche di controllo per componenti proporzionali.
All'interno del primo filone, sono stati affrontati le problematiche dei transitori nelle trasmissioni idrostatiche, della prontezza di risposta e della stabilità di funzionamento delle valvole limitatrici di pressione, sia ad azione diretta che pilotate, del controllo di assi idraulici mediante distributori proporzionali, della prontezza di risposta di valvole regolatrici di flusso, e della fase di frenatura dei cilindri idraulici.
Il secondo filone ha riguardato valvole distributrici sia a centro chiuso che aperto, valvole distributrici proporzionali con smussi tetraedrici, e problematiche particolari come gli effetti degli smussi e gli effetti inerziali durante le fasi di apertura.
Il terzo filone è dedicato alla messa a punto di nuove metodologie di controllo per componenti proporzionali, quali tecniche Pulse Width Modulation, Peak & hold, ecc.
L) STUDIO DEI SITI EOLICI
In questi ultimi anni, in collaborazione con la VESTAS di Taranto, il prof. Lippolis sta affrontando la determinazione delle condizioni puntuali di velocità nei siti eolici, sulla base dell’orografia del sito e delle condizioni generali di ventosità del luogo. A questo scopo si stanno utilizzando codici fluidodinamici classici, quali Fluent, e codici dedicati all’analisi dei siti eolici, quali il WindPRO, e dal confronto dei risultati numerici ottenuti fra loro e con i rilievi sperimentali si stanno ottenendo notevoli indicazioni per uno sfruttamento più razionale dei siti eolici. Nell'ambito di questa attività, il prof. Lippolis è stato coordinatore del progetto esplorativo PE_050 – “Nuove metodologie numerico-sperimentali per la caratterizzazione di siti eolici” che è stato finanziato dalla regione Puglia.
M) STUDIO DI TURBOMACCHINE CON IL METODO DEI CONTORNI IMMERSI
Da circa tre anni ha avviato il tentativo di applicare il metodo dei contorni immersi, che ha dato ottimi risultati in una serie di altre applicazioni, allo studio delle turbomacchine con il notevole vantaggio di poter utilizzare lo stesso riferimento inerziale sia per lo statore che per il rotore della macchina. Superate una serie di difficoltà iniziali, la metodologia ha raggiunto risultati di assoluta eccellenza, sia nelle condizioni di progetto che nel caso di portata ridotta: è la prima volta che una metodologia LES (Large Eddy Simulation” viene utilizzata per simulare la turbolenza all’interno di una intera turbomacchina. L’attività è stata pubblicata su più riviste ed ha ricevuto numerose citazioni.
Inoltre il prof. Lippolis ha realizzato e/o ammodernato e avviato vari laboratori presso il Politecnico di Bari, fra i quali sono da citare quello di Oleodinamica, quello di Macchine Idrauliche, per prove su pompe e turbine, e quello di Pneumatica ed Automazione. Infine è da citare che è in fase di ammodernamento e di avvio un nuovo Laboratorio per prove su pompe e turbine idrauliche; il nuovo laboratorio, che è ubicato presso il Laboratorio di Ingegneria delle Coste in Valenzano, con la sua potenza di oltre 400 kW è uno dei più grandi esistenti in Italia.
Born in Gioia del Colle (Italy) on June 19th, 1955, he achieves a degree cum laude in Mechanical Engineering at Bari University(Italy) on February 27th 1981.
On October 28th 1983 he starts to work as an Assistant Professor at the Engineering Faculty of Bari University and on October 28th 1986 he is given tenure.
On November 1st 1992, he becomes an Associate Professor.
On March 1st 2002 he becomes Full Professor of Thermal Machine at Taranto Engineering Faculty of Bari Polytechnic University.
During his academic career, he has taught many classes, such as Gas Dynamics, Thermal Machine, Numeric Calculus with Statistical Elements , Applied Mechanics, Fluid Power, Fluid Automation, Numerical Simulation of Machine.
He has been supervisor for more than 100 Final Dissertations.
He is a member of teaching staff of Phd school on “Engineering of Fluid Machines” and on “ Environmental Engineering”, he has been supervisor of 6 Phd students.
He has been President of the "Teaching Staff in Industrial Engineering" and Head of "Department of Environmental Engineering and Sustainable Development".
In 1984, prof. Lippolis, winner of a CNR scholarship, was at Cincinnati University, were he worked with the late prof. R.T. Davis. In the years 1985 and 1986 he worked with prof. Gino Moretti at New York Polytechnic University In the years 1989-90, winner of a NATO junior scholarship, he worked at Virginia Polytechnic University with prof. Grossman.
In the research activity, prof. Lippolis has worked on the Thermal Machine, Fluid Power, Numerical Fluid Dynamics, Heat Transfer Fields;. Specifically he has worked on:
A) Parabolic differential equation
Using spline polynomials, he has proposed new stable high order methods to solve parabolic differential equation.
B) Computation of potential flow by means of panel methods.
Prof. Lippolis has used this methodology in many applications: blade cascade, complex geometry, high order applications
C) Computation of potential flow by means of conformal transformation.
Prof. Lippolis, collaborated with the late Prof. R.T. Davis on the Schwarz-Christoffel conformal transformations and has proposed an original transformation for non symmetrical body and blade cascade.
D) Numerical simulation of small reciprocating compressors.
Prof. Lippolis has examined accurately the small reciprocating compressors cycle for refrigerating systems and has proposed an interesting simulation models for automatic valves.
E) Computation of transonic flow by means of lambda-scheme methods.
For a long time prof. Lippolis has worked on the lambda-scheme method, that utilises the bi-characteristic variables (like Riemann invariant) to solve the Euler equations by means of "upwind" finite difference method. That method couples the simplicity of finite difference methods with the accuracy peculiar of the methods of “the characteristics”. Specifically, his originally contribution was on the implementation of the shock-fitting technique and the multigrid technique
F) Computation of viscous flow
He has proposed an innovative direct method for solving the incompressible Navier-Stokes equations on unstructured grids using a co-volume technique
G) Heat transfer problems.
This does not represent a main research trend, but significant is prof. Lippolis’s activity on the heat transfer field, particularly on the development of new high order numerical methods, on the reduction of the helicopter infra-red emission and on convective heat transfer into small air cavity.
H) Teleheating
Prof. Lippolis has carried out the analysis of teleheating systems for the Energetic Plan of Puglia Region.
I) Fluid Power plants and components analysis
Since 1993, prof. Lippolis has been working on fluid power systems; the essential research fields are the following:
1) Hydraulic valves and systems dynamic analysis
2) CFD analysis of flow into hydraulic valves
3) New control technique for directional valves
Point 1) involves hydraulic transmissions, pressure relief valves, flow control valves, cylinder with cushion, directional valve-cylinder sistems.
Point 2) deals with on-off open centre directional valves and closed centre directional valve, directional control valve with 4 throttling orificies.
Point 3) is concerned with PID technique, expert technique, one-step-ahead technique, pulse width modulation technique and peak & hold technique.
L) Wind Energy Siting
In the last year, prof. Lippolis has been working on Wind Energy Siting, in order to individuate the local wind velocity starting from site orography and general windiness conditions.
M) Large-eddy simulations in turbomachines
The feasibility of performing computations of flows in turbomachines using a single reference frame for rotating and stationary parts and an immersed boundary approach has been explored. In particular, has been carried out one of the first large-eddy simulation in this class of flows. Several papers have received numerous citations on international documents.
Prof. Lippolis has carried out and/or modernized some laboratories at Bari Polytechnic University: the Fluid Power, the Hydraulic Machine and the Automation labs rank among them. Finally, he is starting the new laboratory for pumps and hydraulic turbines in Valenzano; a suburb of Bari .The new lab is one of the largest in Italy, being his power over 400 kW.